Londra: 150 arresti nelle proteste anti lockdown

DB Dora Bortoluzzi Updated
Londra: 150 arresti nelle proteste anti lockdown

Ieri nel centro di Londra si è svolta una manifestazione anti-lockdown che ha visto scontri tra alcuni manifestanti e gli ufficiali di polizia, con più di 60 arresti.

Dozzine di agenti erano pronti in vista dell'inizio della manifestazione, avvenuta all'ora di pranzo, fuori dalla stazione di King's Cross. Gli agenti hanno seguito il corteo fermando diverse persone per sospetti reati, tra cui la violazione delle norme anti-covid.

I manifestanti hanno "marciato" da Marble Arch per poi proseguire lungo una strada parallela ad Oxford Street al grido "libertà", portando cartelli con scritto  “smettetela di controllarci” e “niente più serrate”.

Una giornalista presente ha riferito degli "scontri piuttosto violenti" tra la polizia ed i manifestanti anti-lockdown e anti-vaccino.

Un portavoce della Met Police aveva detto venerdì che la manifestazione, organizzata dal gruppo Save Our Rights, non era stata esentata dal “divieto di raduni” ai sensi dei regolamenti introdotti per combattere la diffusione del coronavirus, esortando le persone e non prendervi parte.