Who's Afraid of Drawing? Works on Paper from the Ramo Collection

VS Updated

I capolavori su carta di alcuni tra i più importanti artisti italiani del XX secolo della Collezione Ramo in mostra a Londra! All'Estorick Collection of Modern Italian Art, fino al 23 giugno 2019.

Collezione Ramo

Umberto Boccioni, Against the Light, Controluce, 1910 Graphite pencil and black ink on paper, 37.7 x 48.9 cm

La Collezione Ramo di Milano comprende opere eccezionali dei più importanti movimenti artistici italiani del XX secolo, nelle cui file militarono pittori e scultori del calibro di Umberto Boccioni, Giorgio de Chirico, Lucio Fontana, Alighiero Boetti, Pino Pascali e molti altri. Si tratta di una delle maggiori raccolte private di lavori su carta del XX secolo, iniziata alcuni decenni fa, quasi per caso, dall'imprenditore milanese Giuseppe Rabolini (morto l'anno scorso) e che attualmente vanta circa 600 opere. Una straordinaria raccolta che annovera i lavori di alcuni degli artisti più significativi appartenenti a influenti scuole e tendenze italiane, formatesi nella prima metà del XX secolo e che ripercorre le tappe della storia dell'arte italiana a partire dal disegno, come espressione primaria della ricerca artistica novecentesca. Dal primo ‘900, la collezione segue le tracce su carta dei maggiori protagonisti delle avanguardie storiche fino agli inizi degli anni Novanta e all'arte contemporanea.

Who's Afraid of Drawing? presenta una selezione di opere provenienti dalla Collezione Ramo, esposti per la prima volta nel Regno Unito. La mostra esplora il mondo del disegno inteso però come qualcosa di più che una mera attività preparatoria per un successivo elaborato pittorico; il disegno viene qui presentato come una forma d'arte a sé stante, come un mezzo linguistico utilizzato abitualmente dall'artista per prendere possesso della realtà e per rendere oggettiva un'immagine; come un elaborato grafico finito, fine a sé stesso, una vera opera d'arte, prezioso testimone, pur nella sua fragilità, di un impulso creativo.

Collezione Ramo Londra

Alberto Savinio Untitled (Study for ‘The Widow’) Senza titolo (Studio per ‘La Vedova’), 1931 Pencil on paper, 34.5 x 26.6 cm

Mostra Collezione ramo

Fortunato Depero, Birra Trinacria, c. 1926-27 Indian ink, collage and graphite pencil on paper, 48.5 x 32.8 cm

La mostra, curata da Irina Zucca Alessandrelli, è organizzata dall'Estorick Collection, in collaborazione con il Museo del Novecento di Milano; si sviluppa attraverso un percorso espositivo che copre un arco temporale di oltre 80 anni con opere realizzate tra il 1900 e la fine degli anni Ottanta ed è composta da 60 reperti, tra disegni, schizzi e documenti di grande valore, tutti provenienti dalla Collezione Ramo. E' suddivisa in quattro sezioni tematiche, ciascuna delle quali risponde a specifiche domande e pone l'accento su differenti movimenti, stili e categorie artistiche: dall'Astrattismo (Astrattismi) alle Arti Figurative (Figurazioni), dalla sperimentazione tipografica (Parole+Immagini) alla scultura (E gli scultori?).

Tra i lavori esposti ricordiamo quelli di alcuni artisti certamente più noti per le loro opere su tela, come Tancredi, Alberto Burri, Enrico Castellani e Domenico Gnoli, o per la scultura, come Adolfo Wildt, Medardo Rosso, Marino Marini e Pietro Consagra. Si possono inoltre ammirare i disegni e gli schizzi di personaggi del calibro di Manlio Rho, Bruno Munari e Piero Manzoni accanto a opere su carta di artisti noti per le loro installazioni di Arte Povera, come Mario Merz, Jannis Kounellis, Giovanni Anselmo.

Who's Afraid of Drawing?
Works on Paper from the Ramo Collection

Fino al 23 Giugno 2019

dal mercoledì al sabato dalle 11.00 alle 18.00
domenica dalle 12.00 alle 17.00
Chiuso il lunedì e il martedì

Biglietto adulti £ 7.50
(Concessions £ 5.50; National Art Pass £ 3.75)

Estorick Collection of Modern Italian Art

39a Canonbury Square
London N1 2AN

Informazioni Evento

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto