Eco-Visionaries: Confronting a planet in a state of emergency

VS Updated

Questo evento alla Royal Academy of Arts di Londra esplora una delle questioni più complesse, gravi e spinose relative alla vita sul nostro pianeta: quella del cambiamento climatico! Fino al 23 Febbraio 2020.

Mostra cambiamento climatico Londra

Studio Malka Architecture, The Green Machine, 2014. Architecture project. Courtesy of the artist

Dal cambiamento climatico all'estinzione delle specie, dall'inquinamento territoriale all'esaurimento delle risorse: gli effetti dannosi della vita moderna sul nostro pianeta negli ultimi anni sono più tangibili e reali che mai. Si discute ormai da decenni sui problemi relativi al cambiamento climatico, e la questione è al centro di meeting e convegni di scienziati, agende politiche, tensioni internazionali, strategie economiche e mobilitazioni di massa. L'aumento delle temperature è indotto principalmente da emissioni di gas a effetto serra, come anidride carbonica (CO2) e metano (CH4), dovute alle attività inquinanti dell'uomo.

I curatori della mostra alla Royal Academy of Arts, hanno cercato di esporre le modalità con cui attualmente architetti, artisti e designer si stanno preparando e stanno rispondendo ad alcune delle questioni ecologiche più urgenti e problematiche dei nostri tempi. Eco-Visionaries esamina l'impatto dell'inquinamento prodotto dall'uomo sul pianeta e presenta approcci innovativi che riformulino il nostro rapporto con la natura. Sin dagli anni '50, gli scienziati hanno iniziato a sollevare serie preoccupazioni per gli effetti dannosi della vita moderna sull'ambiente. Da allora, architetti, designer e artisti si sono uniti ed hanno cercato di rispondere a tali minacce con idee e progetti in grado di risolvere i problemi, ma soprattutto in grado di attirare l'attenzione sull'ecosistema del pianeta sempre più fragile e vulnerabile. La mostra, organizzata dalla Royal Academy of Arts in collaborazione con il centro artistico Matadero di Madrid, nasce da un progetto ideato ed avviato dalla Fundação EDP/MAAT di Lisbona, dal Bildmuseet di Umeå in Svezia, da HeK (Basilea) e dal LABoral (Gijón, Spagna). Si sviluppa attraverso un percorso espositivo che ripercorre gli ultimi 50 anni di ricerca ed è composta da oltre 200 opere tra installazioni, video, film, fotografie, progetti e modelli architettonici che rappresentano le risposte che l'architettura, l'arte e il design hanno dato e continuano a dare al problema dell'inquinamento globale, al di là delle nozioni tradizionali di sostenibilità.

I curatori hanno selezionato una serie di progetti realizzati da professionisti, collettivi, architetti ed artisti di fama mondiale come Olafur Eliasson, Ant Farm, Alexandra Daisy Ginsberg, Andrés Jaque, Tue Greenfort, Unknown Fields, Rimini Protokoll, New Territories (S/he), Virgil Abloh e WORKac, tra gli altri. Le loro risposte e i progetti spesso provocatori rappresentano un campanello d'allarme, che vuole essere un monito che spinga la comunità globale a riconoscere la grave situazione in cui ci troviamo e a prendere coscienza dell'impatto devastante delle attività umane sull'ambiente e sulla natura.

Informazioni Evento

Eco-Visionaries. Confronting a planet in a state of emergenc
Dal
23 Novembre 2019
Fino al
23 Febbraio 2020
Aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00 (ultimo ingresso 17.30)
Venerdì e Sabato fino alle 22.00 (ultimo ingresso 21.30)
Biglietto adulti £ 12.00 (£ 10.00 senza donazione)
Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto

Immagini

Studio Malka Architecture, The Green Machine, 2014 Architecture project. Courtesy of the artist
Philippe Rahm architectes, The Meteorological Garden / Central Park, Taichung, Taiwan, 2011 – 2019. In collaboration with mosbach paysagistes, Ricky Liu & Associates. Photograph courtesy of Philippe Rahm architectes.
Unknown Fields, The Breast Milk of the Volcano, 2016-2018 (video still). Video, sound, colour; 10 minutes. Courtesy of the artists
Andrés Jaque / Office for Political Innovation with Patrick Craine, Island House in Laguna Grande, Corpus Christi, Texas, 2015-ongoing Print on wooden panel, 110 x 216 cm © Courtesy of the artists
Futurefarmers, Seed Procession, 2016. Part of Seed Journey, 2016 – ongoing, 2016. Photograph by Monica Lovdahl. Courtesy of Futurefarmers
Olafur Eliasson, The ice melting series, 2002. Detail from 20 c-prints, 23.5 x 34 cm, overall dimensions: 108.2 x 195 cm. Thyssen-Bornemisza Art Contemporary Collection. © 2002 Olafur Eliasson;