contentmap_module
4.8333333333333 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 4.83

Somerset House Londra

© Cedric Weber - Shutterstockcom

Impossibile non rimanere affascinati dalla Somerset House, uno degli edifici storici più imponenti ed interessanti di Londra; occupa un'ampia area che da una lato prospetta sul versante meridionale dello Strand (importante arteria cittadina, un tempo costeggiata da dimore aristocratiche) e dall'altro si affaccia sulla riva nord del Tamigi, nei pressi di Waterloo Bridge.

Somerset House è oggi sede di un importante centro polifunzionale per le arti visive, design, fotografia, film, musica e moda. Il complesso ospita tra l'altro la famosissima Courtauld Gallery e il Courtauld Institute of Art mentre l'ala est è parte del King's College London.

Tra le varie cose, il complesso ospita ogni anno anche le sfilate di moda per la London Fashion Week. Nelle lunghe gallerie del palazzo (sia nell'Embankment che nello Strand level) si susseguono numerose sale e stanze voltate in cui sono costantemente allestite interessanti mostre d'arte, fotografia, costume e design (molte delle quali gratuite). Il cortile, in cui è stata progettata una fontana con ben 55 giochi d'acqua, d'inverno si trasforma in pista per il pattinaggio su ghiaccio, mentre d'estate è sede di concerti e spettacoli cinematografici.

Interessante anche la parte basamentale (dove sono allestite mostre sulla storia del palazzo e dell'area in cui sorge) che conserva ancora tracce dell'antica struttura cinquecentesca e dei successivi ampliamenti sei-settecenteschi. E' possibile visitare questa parte dell'edificio ed altre normalmente chiuse al pubblico, prenotando uno dei Giri turistici gratuiti del palazzo che si tengono ogni giovedi (13:15, 14:45) e sabato (12:15. 13:15, 14:15, 15:15).

Visitare Somerset House

© Richard Bryant

Somerset House: 500 anni di storia

Il complesso fu fatto costruire, in stile Tudor, nella prima alla metà del XVI secolo, da Edward Seymour, primo duca di Somerset, cognato di Enrico VIII e Lord protettore di Edoardo VI durante la minore età. Nel 1552 il duca fu giustiziato e la residenza passò alla corona (vi soggiornarono in ordine: la regina Elisabetta I (in età giovanile), la regina Anna di Damimarca, moglie di Giacomo I, la regina Henrietta Maria di Francia, moglie di Carlo I e. occasionalmente, la regina Caterina di Braganza, moglie di Carlo II), subendo alcune modifiche, apportate dall'architetto reale Sir Christopher Wren (progettista della cattedrale di St Paul).

Intorno alla metà del XVIII secolo il palazzo era ormai abbandonato e ridotto quasi allo stato di rudere. Si decise così di ricostruirlo per erigere una nuova struttura che ospitasse uffici governativi tra cui il Navy Board, gli Uffici dell'Anagrafe oltre alla Royal Academy e alla Royal Society. I lavori, iniziati nel 1776, su progetto di sir William Chambers, con la collaborazione di Reynolds e Gainsborough per gli interni, si protrassero a lungo (una prima fase si concluse nel 1796) e terminarono definitivamente solo nel 1856 con la costruzione delle ali simmetriche a nord e a sud del corpo principale. La struttura centrale fu edificata in stile Neoclassico, con forti rimandi all'architettura palladiana, secondo le norme e le regole canonizzate prima da Inigo Jones (nel Seicento) e, successivamente, da Lord Burlington, figura preminente ed arbitro indiscusso nel gusto e nelle mode artistiche inglesi del XVIII secolo (età giorgiana). Si notano infatti elementi tipici dell'architettura classica e del Rinascimento italiano quali il bugnato del piano terra, le finestre architravate, i timpani e le imponenti colonne e paraste corinzie (rimandi a Bramante, Raffaello e Peruzzi).

Nel secondo dopoguerra quasi tutti gli uffici governativi furono spostati in altre sedi. Successivamente si decise di procedere con imponenti lavori di restauro dell'intero palazzo (gravemente danneggiato dai bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale), lavori che ci hanno consegnato Somerset House così come la possiamo ammirare nei giorni nostri.

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto
contentmap_plugin

Video Somerset House & Courtauld Gallery

Cosa vedere vicino alla Somerset House