5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00

Alla Tate Modern di Londra una mostra imperdibile dedicata a uno degli artisti più popolari e influenti del XX secolo: Alberto Giacometti. Fino al 10 Settembre 2017.

Mostra Giacometti

Woman with her Throat Cut, 1932 - National Galleries of Scotland © Alberto Giacometti Estate, ACS/DACS, 2017

Si tratta della più completa retrospettiva mai allestita in UK incentrata sul lavoro e sulle opere di Alberto Giacometti, dalle origini fino alla fine della carriera.



Alberto Giacometti (1901-1966)

Universalmente considerato uno degli artisti più importanti del XX secolo, Giacometti è una figura complessa nel panorama artistico del Novecento. Si è formato nell'ambito delle Avanguardie Storiche, mostrandosi, in particolare, vicino al Cubismo e soprattutto al Surrealismo, che gli consentiva di far emergere la componente onirica e magica della realtà. Al centro della sua ricerca c'è la figura umana, maschile e femminile. Molto spesso le sue sculture sono dedicate alla solitudine dell'uomo: il tema è quello del rapporto tra la figura e lo spazio che la circonda. Giacometti esprime il senso del vuoto attraverso forme che tendono alla semplificazione estrema e all'immobilità. Le sue figure allungate ed essenziali sono rappresentate in forme astratte e segnano il punto di arrivo di un lungo percorso artistico durante il quale l'artista ha semplificato progressivamente le forme, fino a giungere ad una Sintesi estrema. In queste opere i volumi e le masse appaiono corrosi; le figure, allungandosi, sembrano smaterializzarsi al contatto con il mondo circostante e la sostanza della materia si riduce ad una scorza scheletrica.

La mostra su Giacometti, organizzata dalla Tate Modern in collaborazione con la Fondation Alberto et Annette Giacometti (Parigi), intende celebrare Giacometti in maniera globale, non solo come scultore ma anche come pittore e disegnatore. Le sue figure allungate sono tra le opere più immediatamente riconoscibili e distinguibili dell'arte moderna. Con questa mostra i curatori intendono riaffermare il posto di Giacometti come uno dei grandi pittori-scultori del XX secolo al fianco di grandi artisti come Matisse, Picasso e Degas.

Alberto Giacometti

Head of Woman [Flora Mayo], 1926 - Collection Fondation Alberto et Annette Giacometti, Paris © Alberto Giacometti Estate, ACS/DACS, 2017

Questa grande retrospettiva alla Tate Modern si articola attraverso un percorso che conta oltre 250 opere, provenienti da numerosi musei internazionali (pubblici e privati), ma soprattutto dalla raccolta straordinaria e dall'archivio privato della Fondation Alberto e Annette Giacometti (Parigi), che mai prima d'ora aveva concesso in prestito le proprie opere. I curatori hanno cercato di fornire aspetti inusuali e originali dell'opera di Giacometti, ripercorrendo le tappe principali della vita dell'artista dagli esordi fino agli anni Sessanta; ogni capitolo della sua carriera (durata circa 50 anni) è qui rappresentato da opere iconiche e di grande significato che comprendono sculture, installazioni e dipinti. Molte delle opere esposte sono poco conosciute: si tratta di gessi, calchi, sculture e disegni che non sono mai stati esposti precedentemente e che mettono in mostra la piena evoluzione della carriera dell'artista.

Tra gli highlights troviamo i primi lavori degli anni Venti, come Head of a Woman (Flora Mayo) del 1926, fino alle sculture iconiche in bronzo, tra cui la famossissima Walking Man I del 1960.

Giacometti

Fino al 10 settembre 2017

Aperta dalla Domenica al Giovedì dalle 10.00 alle 18.00
Venerdì e Sabato dalle 10.00 alle 22.00

Biglietto adulti £ 18.50 (£16.80 senza donazione)

TATE MODERN

The Eyal Ofer Galleries, Level 3

Bankside, London SE1 9TG

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto