contentmap_module
4.875 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 4.88

Barbican Centre

Barbican International Associate - New York Philharmonic and Alan Gilbert in the Barbican Hall - Chris Lee

Il Barbican Centre è il centro artistico e culturale di riferimento dello square mile, oltre che il più grande spazio artistico multifunzionale dedicato d'Europa. Ha un'offerta ricchissima di mostre ed esposizioni, opere teatrali e concerti di ogni genere, tra cui quelli della London Symphony Orchestra e della BBC Simphony Orchestra che vi organizza ogni anno una serie di concerti: puoi consultare la programmazione direttamente sul sito ufficiale del Barbican.

Di proprietà della Corporation of the City of London, che lo finanzia e lo amministra, e creato all'interno del Barbican Estate, è stato inaugurato dalla regina Elisabetta II nel 1982 ed oggi ospita aree espositive, tre cinema, due teatri, tre ristoranti, oltre gli uffici della London Symphony Orchestra e una sala da concerto interamente rivestita di pannelli di legno e con un'acustica eccezionale.



Il Barbican Estate, che ospita il grande spazio multifunzionale,è una gigantesca struttura a destinazione mista che incarna il sogno britannico post-bellico di rigenerazione urbana. Costruito tra il 1957 e il 1979 in un'area sul confine settentrionale della City of London rasa al suolo dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, è uno dei più noti e importanti esempi del brutalismo in architettura, ed è perciò protetto come monumento storico dal 2001. Concetto chiave della sua progettazione è l'uso estensivo del cemento armato, e di passaggi e piattaforme sospesi che si sviluppano in una rete intricata a più livelli (lungo i quali linee dipinte di giallo consentono ai visitatori di non perdersi), cosicché il traffico veicolare è limitato all'area interrata di passaggio e parcheggio.

Il Barbican è di fatto un villaggio urbano, l'unica area a vocazione residenziale della City: vi si trovano un complesso abitativo costituito da tre torri di appartamenti e sette condomini di sette piani ciascuno, affacciati su una piazza sopraelevata con giardini e laghetti; una scuola; una chiesa (St Giles Cripplegate, danneggiata dalle bombe ma restaurata e ancora esistente); un pub, una biblioteca (Barbican Library), la Guildhall School of Musica and Drama, e una serie di piccoli negozi.

1-Silk-St-entrance_Morley-von-Sternberg
2-Silk-St-entrance_Morley-von-Sternberg
3-Lakeside_Courtesy-of-the-Barbican-Centre-www.barbican.org
4-Lakeside-and-Foodhall_Lee-Mawdsley
5-Lakeside-and-Foodhall_Gareth-Gardner
6-St-Giles-Church-Cripplegate_Lee-Mawdsley
8-Aerial-view-of-the-Barbican-Centre_ Morley-von-Sternberg
10-Lakeside_Lee-Mawdsley
11-Conservatory_ Lee-Mawdsley
15-Art-Gallery-Radical-Nature-exhibition_Lyndon-Douglas
17-Cinemas-23-Copyright-Tom-Flynn
22-Theatre_Lee-Mawdsley
25-Foodhall_Gareth-Gardner
26-Foodhall_Gareth-Gardner
28-Lounge_Gareth-Gardner

La storia

Anche se può non essere immediatamente evidente, il Barbican riproduce una sorta di struttura difensiva antica in chiave contemporanea: il perimetro del complesso è interrotto da porte (gates) numerate e da accessi obbligati, attraverso ingressi e scale, e al suo interno si trovano passaggi di diversa struttura e ampiezza tra torri e lunghi isolati di abitazioni, con un'area centrale (la Lakeside Terrace) invisibile dall'esterno, su cui si affaccia un edificio semicircolare.

Il nome risale all'epoca romana, quando quest'area costituiva parte delle mura che circondavano Londinium, la Londra romana. Il nome “barbacane” descrive infatti una torre o un terrapieno difensivo lungo le mura di una città, e infatti alcuni resti delle fortificazioni di epoca romana e medievale sono ancora visibili nei giardini del complesso.

Uno dei vantaggi di quest'area nel Medioevo era il fatto che si trovasse al di fuori delle mura cittadine, entro le quali attività reputate “sconvenienti”, tra cui i teatri, non erano ammesse. La presenza del Barbican Centre e della Guildhall School of Music and Drama riproduce simbolicamente questo nesso con il passato della City.

La relativa libertà dalle leggi indusse molti immigrati e persone di fedi religiose differenti a stabilirsi qui, e nel Diciottesimo secolo questa zona era un labirinto di bassifondi e attività illecite o discutibili, in seguito sostituite da magazzini e piccoli stabilimenti industriali, che divennero l'obiettivo dei bombardamenti aerei nel corso della Seconda Guerra Mondiale.

St Giles Terrace e la chiesa di St Giles Cripplegate

Dalla terrazza che sovrasta la chiesa di St Giles, è possibile ammirare una sezione dei resti delle mura romane e medievali di Londra. I lampioni nella piazza sono originali lampioni a gas che un tempo di trovavano a Tower Bridge, mentre le pietre tombali meglio conservate dell'antico cimitero della chiesa sono state incorporate nel muro di contenimento del laghetto.
La chiesa, probabilmente risalente all'Undicesimo secolo, bruciò nel Sedicesimo secolo; venne subito ricostruita, la torre campanaria innalzata nel 1663 e la facciata rinnovata nel 1665. Si tratta di una delle poche chiese medievali ad essere sopravvissuta intatta al grande incendio di Londra del 1666. Danneggiata dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, è stata accuratamente restaurata. Si può visitare dal lunedì al venerdì, tra le 11 e le 16.

Lakeside Terrace

Dalla tranquilla piazza antistante il lago si può godere una piacevole vista.

The Conservatory

Una delle due più grandi serre nell'area metropolitana di Londra, è un'oasi tropicale nel mezzo della City. Ospita felci giganti, palme e circa 2000 specie di piante tropicali, varie specie di uccelli e pesci, e perfino tartarughe. Visitabile la domenica, dalle 11 alle 17.

contentmap_plugin

Cosa vedere vicino al Barbican