4.9166666666667 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 4.92

La Metro di Londra (London Underground, familiarmente chiamata Tube), inaugurata il 10 gennaio 1863, ha da poco celebrato 150 anni! La metropolitana più antica del mondo conta qualcosa come 4 milioni di passeggeri al giorno, 450 km di binari, 382 stazioni che coprono tutta l'area metropolitana! Oltre alle linee ferroviare nazionali, integrano il trasporto su rotaia la Docklands Light Railway (DLR), una metropolitana leggera che corre fra i Docklands e la City, e la London Overground.

Metro Londra

Sovraffollamento e prezzi dei biglietti sono i punti deboli della Tube. In generale il servizio è molto efficiente (niente di paragonabile con nessuna delle reti metropolitane italiane), i ritardi di rete sono in calo e l'affidabilità è migliorata mentre progressivamente i vecchi treni vengono sostituiti con i nuovi.

La Metro di Londra divide la città in sei zone concentriche: dalla zona 1, che delimita il centro, alla zona 6, la più lontana e periferica. I prezzi delle zone centrali sono più elevati rispetto a quelli delle zone periferiche.

Mappa Metropolitana con ricerca stazioni



Orari Metro Londra e il nuovo servizio notturno

La metropolitana è generalmente operativa dalle 5.00 della mattina fino a mezzanotte dal lunedì al sabato, con una riduzione di orari alla domenica.

Annunciato, ma non ancora operativo, il SERVIZIO NOTTURNO: sarà prossimamente possibile viaggiare in metropolitana nell'arco delle 24 ore ma solo il venerdì e il sabato e limitatamente a 5 linee: Jubilee Line, Victoria Line, e parzialmente su Central (nessun servizio tra North Acton e West Ruislip, tra Loughton e Epping e tra Woodford e Hainault), Northern (nessun servizio tra Mill Hill East e Bank) e Piccadilly (nessun servizio al Terminal 4 e tra Acton Town e Uxbridge).

Night Tube

Consigli pratici

Per orientarsi nelle stazioni della metropolitana senza rischiare di prendere il treno sbagliato occorre fare caso alle indicazioni di direzione: eastbound (metro diretta ad est), westbound (metro diretta ad ovest), northbound (metro diretta a nord) e southbound (metro diretta a sud). Ognuna delle 12 linee è contraddistinta da un colore diverso in modo da poterle seguire facilmente su una mappa (in distribuzione gratuita presso le stazioni).

Soprattutto nelle ore di punta i treni della metropolitana sono affollatissimi così come le stazioni, i tunnel, le scale mobili, gli ascensori. Per questo sulle scale mobili si sta sempre sulla destra, per lasciare lo spazio libero sulla sinistra a chi ha fretta. Non si deve bighellonare davanti ai cancelletti: è buona norma tirare fuori la Oyster Card senza starla a cercare davanti alle barriere e se ci si deve fermare per consultare una cartina è meglio mettersi in disparte senza ostacolare gli ingressi e le uscite dalle stazioni.



Curiosità

  • Una rete metropolitana così antica è quasi per forza di cose circondata da storie di mistero: vedi I fantasmi della Metropolitana di Londra
  • I treni della metropolitana possono superare le 60 miglia all'ora.
  • Molte stazioni della metropolitana sono state usate come rifugi antiaerei durante la seconda guerra mondiale, ma la Central Line è stato anche trasformata in una fabbrica di aerei da caccia che si estendeva per più di due miglia, con un proprio sistema ferroviario. La sua esistenza è rimasta un segreto fino al 1980.
  • La scala mobile più lunga è quella della stazione di Angel: è lunga 60 metri, con un dislivello di 27 metri.
  • La stazione di Aldgate, sulla Circle e Metropolitan Lines, è costruita su un enorme fossa comune, dove sono sepolti più di 1.000 corpi di morti per peste.
  • La stazione più profonda è quella di Hampstead, sulla Northern line, che scende fino a 58.5 metri. La stazione più alta sul livello del mare è Amersham, a 147 metri.
  • Si dice che sia Sting che Paul McCartney abbiamo suonato in metropolitana sotto mentite spoglie.
  • La frase Mind the gap risale al 1968. La registrazione che viene trasmesso dagli altoparlanti delle stazioni venne registrato per la prima volta da Peter Lodge, che aveva una casa discografica a Bayswater. Questa voce è ancora in uso, ma in alcune linee è stata sostituita.
  • Sono circa i 50 passeggeri che ogni anno si suicidano in metropolitana. La Jubilee Line è l'unica che ha schermi in vetro protettivi.

Bikeworldtravel / Shutterstock.com