4.8333333333333 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 4.83

Un'Italia intraprendente, una collaborazione internazionale e la bontà dei prodotti e della cucina nostrana: questi gli ingredienti principali all'interno del progetto European Country Inn, che ha visto impegnati diversi GAL (Gruppi di Azione Locale) tra i quali uno proveniente dall'Abruzzo (Terre Aquilane), uno proveniente dalla Campania (Cilento) e sette provenienti dalla Puglia (Colline Joniche, Daunofantino, Del Capo S. Maria di Leuca, Meridaunia , Piana del Tavoliere, Terra dei Trulli e del Barsento ,Terre di Murgia), oltre ad un GAL inglese (East Peak Innovation Partnership).

European Country Inn

Il breafing iniziale, tenutosi domenica 26 aprile presso “Li Veli Winery & Bistro”, ha visto protagonisti, oltre ai rappresentanti dei 10 GAL , anche esperti del settore marketing ed è stato seguito, lunedì 27 aprile, da una visita alle Deli e alle locande selezionate per cercare di stabilire un accordo fra le aziende alimentari aderenti al progetto e contattate dai GAL e il mercato inglese.

Organizzato con il supporto di Britaly, ovvero un gruppo di consulenti esperti nel settore della ristorazione, import ed export, agroalimentare e vinicolo, il progetto è un chiaro esempio di come l'impegno e la forza di volontà uniti all'amore per le proprie radici, possono portare l'Italia ad emergere nonostante i tempi di crisi. L'obiettivo da raggiungere è quello di promuovere il turismo Rurale dei territori, nello specifico di Abruzzo, Campania e Puglia, regioni aderenti all'iniziativa, valorizzando i patrimoni storico-culturali e naturalistico-ambientali e adottando una strategia di marketing comune, tesa a conferire ad esso tipicità e riconoscibilità nel mercato globale.



Analisi di mercato, studio del territorio, ma soprattutto tanta passione ed impegno da parte dei protagonisti italiani, e non solo, al fine di aiutare le piccole e medie imprese principalmente, ad entrare nella grande distribuzione oppure a individuare canali alternativi.

“Un'approccio scientifico-economico a cui fare riferimento, creando una cultura del cibo, uno stile di vita per far capire meglio la nostra eccellenza” ha dichiarato Alberto Casoria, Presidente del GAL Meridaunia, fiero delle sue origini e impegnato nella promozione della propria terra, la Puglia. Non solo quindi un impegno in campo economico ma soprattutto sociale, dove l'ambizione più grande, da parte di tutti i partecipanti è quella di mantenere il concetto di qualità oltre a recuperare il rapporto con le comunità italiane stabilitesi a Londra per poter ritrovare le proprie radici nonostante la lontananza.

L'evento si è concluso lunedì 27 aprile al ristorante italiano “Cafè Amisha”.

GAL Londra