Viaggi: Regole per l'ingresso in Italia dal 31 luglio al 30 agosto

  • Scritto da Nuto Girotto,
    30 Luglio 2021
Viaggi: Regole per l'ingresso in Italia dal 31 luglio al 30 agosto

Il Consolato di Londra ha reso note le nuove regole per i viaggi internazionali da e per l'Italia. Queste sono valide dal 31 Luglio al 30 Agosto e sono consultabili nell' Ordinanza del 29 luglio 2021 del Ministero della Salute Italiano.

 - INGRESSO IN ITALIA DAL REGNO UNITO -

Chiunque faccia ingresso in Italia dopo aver soggiornato o transitato nel Regno Unito e Irlanda del Nord (compresi Gibilterra, Isola di Man, Isole del Canale e basi britanniche nell'isola di Cipro) per una qualsiasi durata nei 14 giorni precedenti all'ingresso sul territorio nazionale, ha l'obbligo di:

- esibire un tampone molecolare o antigenico con risultato negativo effettuato entro 48 ore prima dell’ingresso in Italia; i bambini di età inferiore ai sei (6) anni sono esentati da tale obbligo (art. 8 dell'Ordinanza);
- presentare un modulo di localizzazione (EU Passenger Locator Form) in formato digitale o cartaceo;
- osservare 5 giorni di isolamento fiduciario presso l'indirizzo indicato sul Passenger Locator Form;
- effettuare un ulteriore test molecolare o antigenico al termine dei cinque giorni di isolamento fiduciario.

 ESENZIONI

A condizione che non insorgano sintomi da COVID-19 e fermi restando gli obblighi di dichiarazione di cui sopra, le disposizioni di cui all’articolo 5 dell’Ordinanza 18 giugno 2021 non si applicano nei casi previsti dal dpcm 2 marzo 2021 all’art. 51, co. 7, lettere:

a) all'equipaggio dei mezzi di trasporto;
b) al personale viaggiante;
c) ai movimenti da e per gli Stati e territori di cui all'elenco A dell'allegato 20;
f) a chiunque fa ingresso in Italia per un periodo non superiore alle centoventi ore per comprovate esigenze di lavoro, salute o assoluta urgenza, con l'obbligo, allo scadere di detto termine, di lasciare immediatamente il territorio nazionale o, in mancanza, di iniziare il periodo di sorveglianza e di isolamento fiduciario conformemente ai commi da 1 a 5;
g) a chiunque transita, con mezzo privato, nel territorio italiano per un periodo non superiore a trentasei ore, con l'obbligo, allo scadere di detto termine, di lasciare immediatamente il territorio nazionale o, in mancanza, di iniziare il periodo di sorveglianza e di isolamento fiduciario conformemente ai commi da 1 a 5;
m) al personale di imprese ed enti aventi sede legale o secondaria in Italia per spostamenti all'estero per comprovate esigenze lavorative di durata non superiore a centoventi ore;
n) ai funzionari e agli agenti, comunque denominati, dell'Unione europea o di organizzazioni internazionali, agli agenti diplomatici, al personale amministrativo e tecnico delle missioni diplomatiche, ai funzionari e agli impiegati consolari, al personale militare, compreso quello in rientro dalle missioni internazionali, e delle Forze di Polizia, al personale del Sistema di informazione per la sicurezza della Repubblica e dei Vigili del fuoco nell'esercizio delle loro funzioni;
o) agli alunni e agli studenti per la frequenza di un corso di studi in uno Stato diverso da quello di residenza, abitazione o dimora, nel quale ritornano ogni giorno o almeno una volta la settimana.
p) agli ingressi mediante voli «Covid-tested», conformemente
all'ordinanza del Ministro della salute 23 novembre 2020 e successive modificazioni;
q) agli ingressi per competizioni sportive di interesse nazionale.

 Non si applicano gli obblighi di quarantena e compilazione del Passenger Locator Form:
- a coloro che rientrano nel territorio nazionale a seguito di permanenza non superiore a 48 ore in località estere situate a non più di 60 km dal luogo di residenza, domicilio o abitazione, purché lo spostamento avvenga con mezzo privato;
- in caso di permanenza non superiore a 48 ore in luogo situato sul territorio nazionale a non più di 60 km dal luogo estero di residenza, domicilio o abitazione purché lo spostamento avvenga con mezzo privato.

CERTIFICAZIONI VACCINALI

L'art. 7 dell'Ordinanza prevede che le certificazioni vaccinali emesse dalle Autorità sanitarie britanniche sono riconosciute come equivalenti alle certificazioni verdi Covid-19 di cui all'art. 9 comma 2, lettere a), b) e c) del Decreto Legislativo n. 52/2021.
Tali certificazioni potranno essere esibite in formato digitale o cartaceo.

 - INGRESSO NEL REGNO UNITO DALL'ITALIA -

Il Governo britannico ha annunciato che dal 2 agosto 2021 i passeggeri in arrivo in Inghilterra che abbiano completato il ciclo vaccinale in Paesi dell'Unione Europea o negli Stati Uniti d'America non saranno soggetti agli obblighi di quarantena domiciliare obbligatoria, mentre rimarranno gli obblighi di acquisto del kit per il test da effettuarsi al secondo giorno e di compilazione del Passenger Locator Form.

Nei vari link che rimandano al sito del Governo britannico sono presenti anche le indicazioni per chi arriva in Galles, Scozia e Nord Irlanda.

Rimane in vigore il sistema di individuazione dei rischi "a semaforo" varato dalle Autorità britanniche. Le liste saranno oggetto di rivalutazione ogni tre settimane da parte delle Autorità britanniche.

- Red list: test prepartenza, compilazione del PLF, prenotazione di due test dopo l'arrivo e di un hotel a proprie spese dove autoisolarsi per 10 giorni

- Amber List (l'Italia al momento è in questo elenco): test prepartenza, compilazione del PLF, prenotazione di due test dopo l'arrivo (al secondo e ottavo giorno) e quarantena domiciliare di 10 giorni. Si può anticipare la conclusione della quarantena attraverso il Test to Release Scheme al quinto giorno.

A partire dal 19 luglio coloro che hanno completato il ciclo vaccinale nel Regno Unito a cura dell'NHS e dal 2 agosto 2021 coloro che hanno completato il ciclo vaccinale nell'Unione Europea o negli Stati Uniti d'America non dovranno sottostare agli obblighi di quarantena e all'acquisto del kit con il test da effettuarsi all'ottavo giorno dall'arrivo.

Green List: test prepartenza, acquisto del kit con il test da effettuarsi al secondo giorno e compilazione del PLF. Non vi è la necessità di quarantena all'arrivo.

Il Passenger Locator Form e' disponibile al seguente link.

 TEST E TAMPONI

Per acquistare il kit di due tamponi da effettuarsi al secondo e ottavo giorno, clicca sul seguente link.

Per quanto riguarda il test prepartenza, è richiesto che il risultato del test COVID-19 sia in lingua inglese, francese o spagnola e indichi, oltre all’esito negativo dell’esame, il nome del viaggiatore come indicato sul passaporto/carta d’identità, la data di nascita, la denominazione dell’esame effettuato e i recapiti del centro medico che lo ha effettuato.

Si segnala che le Autorita' britanniche non accettano traduzioni, ne' ammettono eccezioni al requisito linguistico del test. Pertanto, i viaggiatori in ingresso nel Regno Unito dovranno dotarsi di tali risultati redatti direttamente in una delle tre lingue ammesse.

È inoltre responsabilità dei viaggiatori verificare che il tipo di test effettuato soddisfi i requisiti tecnici di accuratezza prescritti dal governo britannico (performance standards of ≥ 97% specificity,≥ 80% sensitivity at viral loads above 100,000 copies/ml); tali requisiti si applicano ugualmente ai tamponi molecolari (PCR), ai test LAMP e ai test rapidi antigenici (generalmente meno precisi).

Sono esentati dall’obbligo di tampone pre-partenza i bambini di età inferiore agli 11 anni.

Per ulteriori informazioni consultare il sito del governo inglese.

Per leggere questa ed altre notizie su Londra e Regno Unito scarica COMPLITALY, MILLE SOLUZIONI IN UN'UNICA APP, da adesso disponibile per Apple ed Android: scaricala subito!

scarica android scarica apple