Londra, Coronavirus: Boris Johnson presenta il Covid-19 Winter Plan

  • Scritto da Dora Bortoluzzi,
    24 Novembre 2020

Durante la presentazione del Covid-19 Winter Plan Boris Johnson riferito che tutti i britannici a rischio contagio potrebbero essere vaccinati entro Pasqua, consentendo un graduale ritorno alla normalità durante la primavera. Ma ha anche messo in guardia contro "l'eccessivo ottimismo", ammettendo che ci saranno "mesi difficili" fino a quando le restrizioni non potranno essere allentate

Il sistema a livelli tornerà in vigore dal 3 dicembre e rimarà in vigore almeno fino a primavera, scatenando le polemica degli imprenditori che vedono sempre in bilico il futuro delle proprie attività. Ancora non è definito il livello in cui Londra si troverà al termine del blocco ma è probabile che la scelta cada nel livello più alto, a seguito di un aumento dei casi.

Fonti di Whitehall hanno suggerito che solo pochissime aree, per lo più rurali, rientrerebbero nel primo livello, l'unico livello in cui è consentita la socializzazione al chiuso con altre famiglie. I dettagli saranno annunciati giovedì.

I ministri sono già preparati affinché Rishi Sunak sveli domani cifre scioccanti sull'impatto della pandemia.

Johnson poi ha fatto appello alle famiglie affinché non abusino dell'allentamento delle regole in vista del Natale, ha escluso un programma di vaccinazione obbligatoria, ma ha esortato tutti gli aventi diritto a trarne vantaggio;


Allo sport è stata concessa una tregua, con l'intenzione di consentire a un numero limitato di tifosi di rientrare negli stadi. La quarantena per i viaggi sarà ridotta a cinque giorni dal 15 dicembre. Le nuove regole dureranno almeno fino al 31 marzo, più di un anno dopo l'inizio del primo blocco.

I leader aziendali hanno accolto con favore la decisione di consentire la riapertura dei negozi in vista del Natale. Anche le palestre, i parrucchieri e i saloni di bellezza potranno commerciare in tutti e tre i livelli e sarà consentito riprendere lo sport di base.

Rimane la preoccupazione per il settore dell'ospitalità, che deve affrontare restrizioni paralizzanti durante il vitale periodo natalizio e oltre. Prima del blocco, circa la metà del paese era nel primo livello. Ma il Primo Ministro ha riferito che "questa volta molte altre zone rientreranno nei livello superiore".

Tra le altre regole annunciate, nel terzo livello, i pub e i ristoranti potranno offrire solo servizi da asporto. L'intrattenimento al coperto, inclusi cinema, piste da bowling e centri di giochi soft, rimarranno chiusi.

Pronte le risposte degli esponenti di categoria. Emma McClarkin, amministratore delegato della British Beer & Pub Association, ha affermato che le nuove misure "distruggeranno il settore". Jonathan Neame, amministratore delegato del gruppo di pub Shepherd Neame, ha detto che le misure sarebbero "devastanti", aggiungendo: 'È assolutamente assurdo che abbiano gestito le regole per l'ospitalità in questo modo.' Il capo della CBI, Josh Hardie, ha dichiarato: "Le notizie positive sui vaccini offrono un raggio di luce per il 2021. Ma nei prossimi mesi molti si sentiranno come in un purgatorio, bloccati in un limbo tra un blocco nazionale e una nuova normalità." Il Primo Ministro si è detto molto dispiaciuto per le difficoltà economiche causate ma ha insistito sul fatto che era inevitabile vista la necessità di prevenire una terza ondata di coronavirus.

Per leggere questa ed altre notizie su Londra e Regno Unito scarica COMPLITALY, MILLE SOLUZIONI IN UN'UNICA APP, da adesso disponibile per Apple ed Android: scaricala subito!

scarica android scarica apple