5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00

I bellissimi scatti fotografici di uno dei talenti più innovativi dell'arte contemporanea: Wolfgang Tillmans. Alla Tate Modern fino al'11 Giugno 2017.

Wolfgang Tillmans

Wolfgang Tillmans Juan Pablo & Karl, Chingaza 2012 © Wolfgang Tillmans

Wolfgang Tillmans (1968) è un fotografo tedesco, noto per le immagini della sottocultura giovanile londinese e per i suoi incredibili ritratti. E' un artista fuori dal comune: tutto, nelle sue opere, lascia un'impronta precisa. Ma per entrare nel suo linguaggio bisogna essere disposti a mettere in discussione la propria idea di fotografia e arte. Nei suoi famosi scatti è riuscito a ritrarre 'al naturale' pop star appariscenti e super truccate, come Lady Gaga, riuscendo a far apparire spontanee immagini molto costruite e facendo venir fuori aspetti poco visibili e più intimi.



Tillmans è stato nel 2000 il primo fotografo non inglese a vincere il Turner Prize. Nel 2002 ha partecipato alla progettazione e alla realizzazione di un videoclip, girando il video per il singolo Home and Dry dei Pet Shop Boys; all'inizio del 2014 è stato eletto membro della Royal Academy of Arts e nel 2015 gli è stato assegnato l'Hasselblad Foundation International Award in Photography.

Wolfgang Tillmans Tate Modern

Wolfgang Tillmans paper drop Prinzessinnenstrasse 2014 © Wolfgang Tillmans

Alla sua prima mostra personale alla Tate Modern, Tillmans offre, con le sue opere, numerosi spunti di riflessione, ciascuno dei quali rappresenta una risposta possibile ad un quesito principale e generico che sta alla base della esibizione stessa: 'Che cosa ce ne facciamo del mondo in cui ci troviamo oggi'? Il 2003 è il punto di partenza della mostra, un anno che per Tillmans rappresenta il momento in cui il mondo è cambiato, con l'invasione dell'Iraq e con le conseguenti manifestazioni contro la guerra. L'artista ha riunito qui un elevato numero di lavori, espressi attraverso differenti mezzi di rappresentazione: fotografie, naturalmente, ma anche video, film, proiezioni di diapositive digitali, pubblicazioni, documenti, disegni, sculture, progetti curatoriali di musica registrata; il tutto messo in scena nel suo stile unico, caratteristico ed innovativo.

Le fotografie di Tillmans non sono mai sfuocate, né ambigue: intendono indicare invece l'immediatezza, l'intimità e la casualità. Dietro le opere del fotografo tedesco c'è un grande lavoro tecnico e di pensiero. Lo si capisce entrando in una sua mostra, come questa, appunto; le immagini sono appese senza cornice e sono disposte per nuclei non tematici. Fotografie molto grandi, anche di due metri di lato, vengono affiancate a stampe più piccole secondo un criterio evocativo che spesso non ha nulla a che fare col soggetto ritratto, ma che risponde a richiami di forme o colori.

Wolfgang Tillmans  Iguazu 2010

Wolfgang Tillmans Iguazu 2010 © Wolfgang Tillmans

Possiamo ammirare ritratti intimi e toccanti, esposti accanto a nature morte o ad immagini che affrontano temi e questioni di carattere politico o sociale e che rappresentano un messaggio di forte denuncia. Una sezione supplementare della mostra è stata allestita negli ampi ambienti dell'ala sud del Tank: qui sarà esposta una complessa installazione multimediale realizzata da Tillmans con l'ausilio di svariati mezzi di comunicazione e di rappresentazione: fotografie, musica, video, intervallati da eventi live in cui l'artista e suoi collaboratori esplorano e testano le capacità e le potenzialità del sistema audio e le qualità acustiche delle sale espositive del museo.

Wolfgang Tillmans

Fino all'11 giugno 2017

Aperta dalla Domenica al Giovedì dalle 10.00 alle 18.00
Venerdì e Sabato dalle 10.00 alle 22.00

Biglietto adulti £ 12.50 (£11.30 senza donazione)

TATE MODERN

The Eyal Ofer Galleries, Level 3
Bankside, London SE1 9TG

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto