4.1666666666667 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 4.17

Nelle bellissime sale della Courtauld Gallery va in scena uno degli acquerellisti inglesi più ammirati di sempre: William Henry Hunt. Fino al 17 Settembre 2017.

William Henry Hunt

William Henry Hunt: Country People - Installation view

Prendendo spunto da uno dei suoi dipinti più famosi, The Head Gardener, (1825), che fa parte della collezione permanente della Courtauld Gallery, la mostra Country People è totalmente dedicata alla rappresentazione di paesaggi, figure e personaggi di campagna, realizzati da Hunt a cavallo tra gli anni Venti e Trenta del XIX secolo. Numerose opere tra disegni, schizzi preparatori e acquerelli raccontano la sfera intima e il pensiero del pittore, il profondo attaccamento alle sue radici e alla sua identità di gentleman legato al bucolico mondo della campagna inglese.



William Henry Hunt è stato un pittore britannico, noto soprattutto per i suoi straordinari acquerelli. Malformato nelle gambe e affetto da diverse malattie, lavorò tuttavia instancabilmente e divenne uno dei più famosi acquerellisti dell'epoca, annoverando Ruskin tra i suoi tanti ammiratori. Inizialmente Hunt si specializzò in paesaggi ma in seguito divenne famoso soprattutto per le nature morte molto dettagliate di frutta, fiori e nidi d'uccelli, che gli fecero guadagnare i soprannomi di 'Hunt la Siepe' e 'Hunt il Nido'. In pochi anni divenne uno dei più ammirati artisti britannici del XIX secolo: ha esposto per la prima volta alla Royal Academy nel 1807. I suoi acquerelli sono tuttora ricercati da appassionati collezionisti in tutto il mondo.

Mostra William Henry Hunt

William Henry Hunt: The Head Gardener

Il percorso espositivo della mostra alla Courtauld Gallery è composto da circa 30 disegni presi in prestito da importanti collezioni in tutto il Regno Unito; l'esibizione riunirà acquerelli che raffigurano persone umili e semplici immortalate in piccoli villaggi di campagna, nei rispettivi ambienti di lavoro o in scene di vita quotidiana: dagli agricoltori ai falegnami, dai carpentieri ai tagliatori di pietra, dagli spigolatori ai pastori.

Mostra Hunt

William Henry Hunt: The Maid and the Gamekeeper

Le figure del contadino e dell'allevatore sono trattate con grande dignità e rispetto: la rappresentazione dei volti e dei tratti fisionomici, note anche per le acute analisi introspettive, sollevarono da subito importanti quesiti sui profondi cambiamenti che stavano avvenendo all'inizio del XIX secolo nella società britannica che, con velocità impressionante, si stava trasformando da rurale in industriale. Cambiamenti, questi, molto sentiti dalla gente del tempo e che si riflettono anche nella letteratura e nella narrativa del tempo. Soprattutto nei primi decenni dell'Ottocento, si assiste infatti alla comparsa del romanzo a sfondo sociale che nacque dagli sconvolgimenti sociali e politici dell'epoca e da cui presero spunto anche molti pittori (come Hunt, appunto). Questo sottogenere prese vita come reazione alla rapida industrializzazione e ai conseguenti problemi sociali, politici ed economici e volle criticare gli abusi del governo e delle industrie e mettere in luce le sofferenze dei poveri e dei contadini che non traevano alcun miglioramento dai progressi economici del paese. Esempi di questo genere sono Oliver Twist di Dickens (1837-38), Sybil, ovvero le due nazioni (1845) di Benjamin Disraeli (1804-81) e Alton Locke (1849) di Charles Kingsley (1819-75).

William Henry Hunt:
Country People

Fino al 24 settembre 2017

Aperta tutti i giorni, dalle 10:00 alle 18:00 (ultimo ingresso 17:30)

Biglietto adulti £ 7.00
(l'ingresso alla mostra è incluso nel biglietto di ingresso al museo)

Courtauld Gallery
Somerset House

Strand, London WC2R 1LA

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto