1 1 1 1 1 Rating 5.00

In mostra per la prima volta le opere di quattro dei professionisti più celebri e importanti della fotografia d'arte in epoca vittoriana: Oscar Rejlander (1813-75), Lewis Carroll (1832-98), Julia Margaret Cameron (1815-79) e Lady Clementina Hawarden (1822-65). Alla National Portrait Gallery dal 1° Marzo fino al 20 Maggio 2018.

Mostra Victorian Giants Londra

HRH The Duchess of Cambridge at the National Portrait Gallery by Noah Goodrich, 2017 © Noah Goodrich

In qualità di Patron della National Portrait Gallery, la Duchessa di Cambridge Kate Middleton ha partecipato alle selezione delle immagini e delle fotografie da esporre per questa esibizione; la Duchessa parteciperà inoltre all'inaugurazione privata della mostra mercoledì 28 Febbraio, il giorno prima dell'apertura ufficiale al pubblico, giovedì 1° Marzo 2018.

Questa importante mostra riunisce e mette in relazione le opere di quattro giganti della fotografia attivi nella metà dell'Ottocento: Lewis Carroll (1832-98), Julia Margaret Cameron (1815-79), Oscar Rejlander (1813-75) e Clementina Hawarden (1822-65).
Senza ombra di dubbio è possibile affermare che tutti e quattro incarnano il meglio della fotografia dell'epoca: il loro approccio sperimentale alla creazione di immagini e l'atteggiamento radicale e innovativo nei confronti della fotografia hanno influenzato per sempre e in maniera decisiva la suddetta pratica artistica, modellando gli atteggiamenti nei confronti del nuovo mezzo espressivo che da allora è diventato un elemento di primissimo ordine nell'arte contemporanea.

Clementina Hawarden

Photographic Study (Clementina and Isabella Grace Maude) by Clementina Hawarden, 1863-4 © Victoria and Albert Museum, London

La fotografia, che letteralmente significa 'scrittura con la luce', suscitò infatti immediatamente l'attenzione di un vasto pubblico perché consentiva di diffondere, in grande numero di copie, immagini documentarie, pubblicitarie e di propaganda politica. Anche nel campo artistico (dopo un'iniziale critica e diffidenza) venne subito utilizzata da molti pittori come 'modello' della realtà da porre in studio accanto al cavalletto. In pochi anni, all'uso documentario della fotografia si affiancò quello espressivo: si scoprì la possibilità di modificare l'immagine, di esaltarne alcuni particolari, di intervenire sugli effetti della 'Luce': la fotografia divenne così una forma d'arte indipendente e autonoma.

Oscar Rejlander

Purify my heart by Oscar Rejlander, 1863-9 © National Portrait Gallery, London

Le immagini selezionate, molte delle quali saranno in mostra per la prima volta in UK da quando sono state realizzate (anche perchè molto fragili e delicate), esplorano i diversi approcci fotografici con cui i quattro artisti hanno lavorato e si sono misurati nella realizzazione degli scatti. Le istantanee provengono da importantissime collezioni pubbliche e private a livello internazionale e rappresentano alcune delle immagini più incredibili ed importanti nella storia della fotografia.

Mostra VOscar Rejlander

Unidentified young woman by Oscar Rejlander, 1863-9 © National Portrait Gallery, London

I visitatori potranno ammirare, per la prima volta a Londra (dopo la sua morte), il lavoro dell'artista di origine svedese Oscar Rejlander, denominato il 'Padre del Photoshop', con la migliore stampa superstite della famosa immagine Two Ways of Life del 1856-57 in cui, per primo, l'artista combinò diversi negativi per creare un'unica immagine finale. L'opera, formata da oltre 30 negativi separati, era così grande che dovette essere stampata su due fogli di carta uniti. Saranno mostrati inoltre entrambi i negativi originali realizzati da Lewis Carroll e da Rejlander, consentendo ai visitatori di vedere 'dietro le quinte' i due artisti mentre realizzano le loro foto. Un album di fotografie di Rejlander, acquistato dalla National Portrait Gallery nel 2015, sarà esposto insieme ad altri tesori provenienti da differenti collezioni di fama internazionale con scatti di Rejlander, Cameron Carroll e Clementina Hawarden. I visitatori potranno ancora ammirare le fotografie di Lewis Carroll che rappresentano Alice Liddell, la sua musa ispiratrice per Alice nel Paese delle Meraviglie, che ancora oggi rappresentano gli scatti più amati della Collezione permanente della National Portrait Gallery. Con suggestivi e rarissimi ritratti di personaggi come Charles Darwin, Alice Liddell, Dante Gabriel Rossetti, Thomas Carlyle, George Frederick Watts, Ellen Terry e Alfred, Lord Tennyson, la mostra esplora la nascita della fotografia d'arte in Inghilterra e offre una nuova prospettiva su uno dei periodi più importanti e formativi della fotografia in UK e nel resto del mondo.

Victorian Giants:
The Birth of Art Photography

Fino al 20 maggio 2018

Aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00
(Giovedi e Venerdì fino alle 21.00)

Biglietto adulti £ 12.00

National Portrait Gallery

St. Martin's Place,
London WC2H 0HE

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto