Mostra Tiziano Londra

Love, Desire, Death: la mostra di Tiziano alla National Gallery

Con la riapertura della National Gallery, l'8 luglio, apre i battenti finalmente la bellissima retrospettiva dedicata all’opera di uno degli artisti più talentuosi, originali e innovatori del XVI secolo, simbolo della pittura veneziana del Rinascimento italiano: Tiziano! Come la data di apertura, rimandata per la chiusura di tutti i musei britannici, è stata posticipata anche quella di chiusura della mostra, al 17 Gennaio 2021.

La mostra Titian: Love, Desire, Death porta in rassegna tutti insieme per la prima volta in assoluto da oltre quattro secoli, i sei capolavori della serie ‘i miti classici’ (vedi la galleria fotografica in fondo pagina), le cosiddette ‘Poesie’ che Tiziano realizzò ispirandosi ai racconti dell’opera letteraria ‘Le Metemofrosi’ del grande poeta latino Ovidio. I curatori si sono soffermati, in particolare, sulla sensuale interpretazione che Tiziano fece dei miti classici intrisi di amore, bellezza ma anche tentazione, peccato e punizione; attraverso queste opere l’artista giunge all’amara conclusione che è meglio per gli uomini non avere a che fare con gli dei, perché ne verranno solo guai: una meditazione malinconica sulla violenza delle antiche favole che i nuovi dei o semidei del suo tempo non potevano comprendere.

Nella Venezia dell’inizio del XVI secolo il maestro Bellini era ancora l’artista più importante e noto: tuttavia si stava formando una generazione di giovani talenti, tra cui Tiziano e Giorgione le cui innovazioni, combinate con le originali tecniche di artisti internazionali (come Albrecht Dürer), erano in procinto di inaugurare una nuova stagione nell’arte veneziana. Tiziano si forma ed opera a Venezia tra le fine del Quattrocento e l’inizio del Cinquecento: i suoi primi maestri furono Gentile e Giovanni Bellini. Con lui la pittura si apre a temi non strettamente religiosi: dipinge ritratti, paesaggi pastorali, raffigurazioni allegoriche, soggetti di difficile interpretazione e dal significato misterioso e simbolico. Artista innovatore e poliedrico, fu il più importante esponente della scuola veneziana: è noto soprattutto per la maestosità delle sue opere, per l’uso innovativo del colore e per il grande senso del movimento presente nelle sue tele. Con Giorgione fu maestro nella tecnica del dipingere senza il disegno preliminare: la Pittura Tonale dove è il colore che definisce direttamente le forme e le masse, creando particolari effetti di luminosità e trasparenza (anche grazie all’uso dei colori ad olio).

Nel 1551, il principe Filippo di Spagna, il futuro re Filippo II, commissionò a Tiziano, all’epoca già considerato il pittore più famoso e conteso d’Europa, la produzione di un gruppo di dipinti che rappresentavano i miti classici così come descritti nelle ‘Metamorfosi’ del poeta romano Ovidio. Combinando il notevole talento di Tiziano come artista e narratore, le scene mitologiche rappresentate catturano momenti di grande drammaticità: un incontro fatale, la vergognosa scoperta, un rapimento inaspettato. Tiziano manipola sapientemente la vernice e il colore con effetti abbaglianti; giocando con libertà nelle variazioni cromatiche in cui il colore è reso ‘più duttile e sensibile agli effetti della luce’; cattura sapientemente i toni e le sfumature della pelle, dei tessuti sontuosi, dei riflessi dell’acqua e dei paesaggi incantati.

I personaggi rappresentati in questi dipinti sono tutti divini ma i loro volti mostrano emozioni umane e molto riconoscibili: euforia, colpa, sorpresa, vergogna, disperazione e rimpianto. La mostra riuniscie per la prima volta i sei grandi dipinti mitologici di Tiziano, provenienti dalla National Gallery di Londra, dalla National Gallery of Scotland di Edimburgo, dal Museo del Prado di Madrid e dall’Isabella Stewart Gardner Museum di Boston. Tiziano chiamava queste opere le sue ‘Poesie’ perché le considerava equivalenti visivi della poesia.

I dipinti esposti sono:

  • Danaë (1551-1553, The Wellington Collection, (Apsley House)
  • Venere e Adone (1554, Prado, Madrid)
  • Diana e Atteone (1556-1559)
  • Diana e Callisto (1556-1559), di proprietà congiunta della National Gallery e delle National Galleries of Scotland
  • Perseo e Andromeda (1554-1556), il dipinto del ciclo, prestato eccezionalmente dalla Wallace Collezione di Londra
  • Ratto di Europa (1562) conservato presso l’Isabella Stewart Gardner Museum di Boston.

Esposta anche La morte di Atteone della National Gallery (1559-1575), originariamente concepita come parte della serie, ma eseguita solo molto più tardi e mai consegnata. I curatori hanno ben evidenziato lo sviluppo delle idee e delle tecniche che cambiarono definitivamente il corso dell’arte italiana, gettando nuova luce su un momento cruciale, ma poco noto, nella storia dell’arte italiana, perché inserito in un contesto storico-artistico di grandissimo valore in cui spiccavano maggiormente i nomi di Leonardo da Vinci, Michelangelo e Raffaello.

Come conseguenza delle misure di sicurezza sanitaria disposte dalla National Gallery ed altri musei, la visita alla mostra su Tiziano richiede la prenotazione obbligatoria ed è necessario scegliere data e fascia oraria. Per assicurare il corretto distanziamento sociale è stata ridotta la capacità del museo. I biglietti per il mese di luglio sono finiti in pochissimo tempo!!

Informazioni Evento

Titian: Love, Desire, Death
Dal
08 Luglio 2020
Fino al
17 Gennaio 2021
Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto

Immagini

Titian, Perseus and Andromeda, about 1554-6 Oil on canvas 183.3 x 199.3 cm © The Wallace Collection, London - Photo The National Gallery, London
Titian, Diana and Callisto, 1556-9  oil on canvas , 187 × 204.5 cm  © The National Gallery London - The National Galleries of Scotland
Titian, Diana and Actaeon, 1556-9 oil on canvas 184.5 x 202.2 cm © The National Gallery London - The National Galleries of Scotland
Titian, The Death of Actaeon, about 1559-75 Oil on canvas 178.8 x 197.8 cm © The National Gallery, London
Titian, The Rape of Europa, 1559–62 Oil on canvas, 178 × 205 cm © Isabella Stewart Gardner Museum, Boston
Titian, Danaë, about 1551–3 Oil on canvas, 114.6 × 192.5 cm Wellington Collection, Apsley House, London © Stratfield Saye Preservation Trust
Titian, Venus and Adonis, about 1553-4 Oil on canvas, 186 × 207 cm Museo Nacional del Prado, Madrid © Photographic Archive Museo Nacional del Prado, Madrid

Altre mostre in corso a Londra

La Tate Modern di Londra dedica la più ampia retrospettiva in oltre 20 anni ad una delle figure più iconiche ed importanti dell'arte del XX secolo: Andy Warhol. Fino al 15 novembre 2020.
Alla Wallace Collection di Londra in mostra le opere commissionate dai funzionari della East India Company ai talentuosi maestri di pittura indiani tra la fine del XVIII e i primi decenni del XI...
La Somerset House di Londra dedica questa interessante mostra gratuita all'affascinante mondo dei funghi visti, sin dall'antichità, come elementi simbolici, allegorici e misteriosi. Fino al 13 set...
Per il 200° anniversario della nascita, le maestose sale di Kensington Palace ospitano la mostra dedicata all'infanzia di una delle sovrane più amate e longeve della monarchia bri...