1 1 1 1 1 Rating 5.00

Aperte per la prima volta al pubblico le Queen's Diamond Jubilee Galleries a Westminster Abbey, da dove ammirare la più bella vista sugli interni ed esterni dell'Abbazia di Westminster e su Houses of Parliament. Un progetto incredibile e senza precedenti che ha trasformato l'antico Triforium medievale dell'abbazia, situato ad oltre 70 piedi (22m) di altezza dal pavimento, in un bellissimo ed avveniristico museo.

Queen's Diamond Jubilee Galleries

Vista su Westminster Abbey da The Queen's Diamond Jubilee Galleries. Foto: Alan Williams. © Sutton PR.

La visita all'Abbazia di Westminster si arricchisce, dall'11 Giugno, con l'apertura dei locali da sempre interdetti al pubblico del Triforium medioevale. Le vedute vertiginose e mozzafiato rivelano nuovi scorci e punti di vista da cui scoprire prospettive inedite e dettagli altrimenti inaccessibili. Non solo è possibile osservare dall'alto verso il basso gli straordinari tesori dell'abbazia ma anche ammirare la straordinaria e complessa struttura architettonica dell'edificio le cui parti svolgono tutte una funzione strutturale, anche quando sembrano avere solo un ruolo ornamentale. Tutto si presenta sotto una prospettiva assolutamente inedita e spettacolare: gli elementi portanti come i pilastri a fascio, gli archi ogivali, gli archi rampanti, i contrafforti, tutti organizzati in un perfetto equilibrio di forze e spinte; ma anche gli elementi esterni, le decorazioni, le nicchie, i pinnacoli, le guglie, i rosoni, le nervature e i bellissimi Gargoyle (doccioni) le cui forme animalesche e mostruose si rivelano, da vicino, in tutto il loro splendore.

La visita alle splendide gallerie di Westminster Abbey è possibile negli orari di apertura dell'Abbazia e possono variare a seconda delle attività e delle funzioni liturgiche che vi si svolgono. In genere l'Abbazia è aperta dal Lunedì al Venerdì dalle 10.00 alle 16.00, il Sabato dalle 9.30 alle 15.30 ma alcune aree sono inaccessibili. La Domenica in genere è chiuso. L'ultimo ingresso un'ora orima della chiusura. L'ingresso alle Queen's Diamond Jubilee Galleries è incluso nel biglietto di ingresso dell'Abbazia di Westminster.

Prima dell'apertura al pubblico il Triforium era accessibile solo attraverso un'angusta e strettissima scala in legno: adesso per visitare le Queen's Diamond Jubilee Galleries si entra attraverso la bellissima Weston Tower, una nuova torre che ospita al suo interno una scala e un ascensore: si tratta della prima importante addizione architettonica all'abbazia, dal lontano 1745. La Weston Tower è stata costruita con materiali tradizionali e nuovi su progetto di Ptolemy Dean, Abbey's Surveyor of the Fabric (ovvero l'architetto consulente capo della struttura), si trova all'esterno dell'abbazia, nell'angolo nord-orientale in corrispondenza del Poets' Corner, di fronte alla Houses of Parliament, nascosta tra la Chapter House (Sala Capitolare) del XIII secolo e la Lady Chapel del XVI secolo. Il design prende spunto da un modello strutturale usato spesso nell'Abbazia: una forma a stella derivata da due quadrati ruotati intorno al proprio asse. Costruita in vetro, legno, piombo e pietra, è alta 80 piedi (circa 24 m) ed è ricoperta da 12000 lastre di vetro; all'interno vi è un ascensore (che può contenere fino a 13 persone) intorno al quale si snoda la scala principale (108 scalini) per i visitatori. Le gallerie sono situate nell'antico triforio, una sequenza di aule voltate, definite da bellissime bifore ogivali, che occupano il terzo livello dell'alzato verticale della struttura gotica, all'estremità orientale della navata principale: uno spazio straordiario ed imponente, alto e drammatico, rimasto per più di 800 anni praticamente disabitato, adibito a ripostiglio e a magazzino per gli addetti alle pulizie della parte alta dell'abbazia. Da qui si gode una vista privilegiata sulle tombe di re, regine, poeti e filosofi ma si possono anche ammirare da vicino gli antichi graffiti che adornano le pareti, le sculture in marmo e pietra della navata principale, i pilastri polistili a fascio, i capitelli stilizzati, i rosoni e le bifore del triforio, le decorazioni del deambulatorio e le bellissime vetrate istoriate del coro.

Le nuove gallerie contengono oltre 300 reperti: i curatori della mostra hanno selezionato una serie incredibile di opere ed elementi artistici ed architettonici che raccontano le gesta della famiglia reale e dell'abbazia per oltre un millennio: statue, tombe, ritratti, decorazioni architettoniche, capitelli, basi, spade, corone, gioielli, calchi, monete d'oro e d'argento, documenti, manoscritti indediti, anfore, modelli in scala e filmati. La mostra, che è stata progettata dal MUMA (McInnes Usher McKnight Architects), racconta la storia dell'Abbazia di Westminster attraverso centinaia di preziosissimi oggetti; è organizzata in maniera tematica e si divide in quattro differenti sezioni che raccontano gli eventi più importanti della famiglia reale britannica e dell'abbazia:

  • Building Westminster Abbey
  • Worship and Daily Life
  • Westminster Abbey and Monarchy
  • The Abbey and National Memory

Tra i tesori che sono stati collocati nelle nuove sale ricordiamo:

  • le tombe di Enrico VII Tudor ed Elisabetta di York, genitori di Enrico VIII
  • il trono ligneo su cui fu incoronata la regina Mery II
  • un corsetto appartenuto alla regina Elisabetta I
  • la sella e la spada di Enrico V
  • lo sgabello preferito della regina Vittoria
  • le licenze matrimoniali di vari sovrani, tra cui anche quella del matrimonio di William e Kate.

Nell'antico triforium sono state sistemate inoltre ben 21 effigi funebri realizzate dal XIV al XVII secolo; tra queste spicca per bellezza ed importanza, l'effige in legno, incredibilmente realistica, della testa di Enrico VII, modellata sulla maschera mortuaria del re.

Tra i documenti più preziosi esposti ricordiamo:

  • il Liber Regalis, un rarissimo manoscritto del XIV secolo che rappresenta la guida ufficiale per organizzare ed allestire le cerimonie di incoronazione e i funerali reali nell'Abbazia; esso costituisce ancora oggi la base di tutte le cerimonie reali
  • il Litlyngton Missal, un magnifico libro in latino, tra i più grandi manoscritti medievali inglesi sopravvissuti, riccamente decorato con inchiostri colorati e lamine in foglia d'oro
  • Copie medievali sia della Magna Carta sia del Domesday Book
  • il Westminster Retable, di notevole bellezza, è uno dei più preziosi tesori medievali dell'abbazia: la più antica pala d'altare rimasta in Inghilterra, databile ai tempi del re Enrico III

Il progetto espostivo per le Queen's Diamond Jubilee Galleries costituisce la fase finale del piano di sviluppo della 'Dean and Chapter's 2020 Vision' che si propone di arricchire e rendere più interessante ed unica la visita degli oltre due milioni di persone che ogni anno vengono a visitre l'Abbazia. Per ulteriori informazioni sulle Queen's Diamond Jubilee Galleries, consultare il sito ufficiale : www.westminster-abbey.org/galleries.

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto