1 1 1 1 1 Rating 5.00

La mostra riunisce, per la prima volta, le opere dei celebri fotografi Martin Parr, Tony Ray-Jones, David Hurn e Simon Roberts, ed il loro modo di vedere ed interpretare il mare. Al National Maritime Museum fino al 30 Settembre 2018.

The Great British Seaside

GB. England. Dorset. From West Bay. 1996. © Martin Parr - Magnum Photos

Martin Parr

E' uno dei fotografi più famosi della Gran Bretagna. Ha studiato fotografia al Politecnico di Manchester nei primi anni Settanta e ha continuato a lavorare su vari progetti fotografici in bianco e nero immortalando la vita nel nord dell'Inghilterra e nell'Irlanda occidentale. Trasferitosi nel Merseyside nel 1982, Parr passò alla fotografia a colori per la quale è meglio conosciuto, in parte ispirandosi alle cartoline balneari di John Hinde. Nell'estate del 1983 iniziò a lavorare ad un progetto triennale chiamato The Last Resort (esposto in questa mostra) nel quale ha catturato immagini del tempo libero della classe operaia di New Brighton nelle località balneari della costa britannica.

Mostra The Great British Seaside

GB. England. Kent. Margate. 1986.© Martin Parr-Magnum Photos

Tony Ray-Jones

Fotografo pioneristico, è nato nel Somerset nel 1941. Sebbene sia morto nel 1972, all'età di 30 anni, ha accumulato una grande quantità di lavoro che ha avuto un'influenza enorme sulla fotografia documentaria artistica in Gran Bretagna. Le sue immagini delle spiagge britanniche, qui esposte, sono una preziosa testimonianza della cultura inglese della fine degli anni '60, e rappresentano un divertente, ironico e spesso sarcastico spaccato della vita e dei comportamenti nazionali del tempo.

Mostra fotografica sul mare

Eastbourne, East Sussex. c.1968 © Tony Ray-Jones - National Science and Media Museum - SSPL

David Hurn

E' un fotografo autodidatta che ha iniziato la sua carriera nel 1955 lavorando come assistente presso l'agenzia fotografica Reflex di Londra. Come fotoreporter freelance è diventato famoso per aver registrato con la sua macchina fotografica importanti eventi a livello mondiale. Il suo lavoro è vario e comprende saggi fotografici, scatti di moda o relativi al mondo del cinema. Eppure il suo grande amore è sempre stato la fotografia della gente comune e della vita di tutti i giorni. Questo è molto evidente nel suo celebre lavoro, 'Wales: Land of My Father' (2000), in cui ha riunito 30 anni di fotografie che documentano il cambiamento del paesaggio e della cultura in Gran Bretagna.

Fotografie mare

Whistling Sands, Pothoer, Aberdaron, 2004 © David Hurn - Magnum Photos

Simon Roberts

Originario di Brighton, ha studiato Geografia all'Università di Sheffield. Ciò ha influenzato gran parte del suo lavoro, che è caratterizzato da immagini su larga scala che esplorano la relazione collettiva tra le persone e i luoghi e le conseguenze del cambiamento sociale, politico e culturale nel paesaggio in tutto il mondo. Il primo grande progetto di Roberts, Motherland, nel 2004/05, lo portò in giro per la Russia per indagare sulle idee di identità nazionale e di appartenenza nel paese. L'esperienza lo ha spinto a dare un'occhiata più da vicino alla sua terra natia e così nel 2007 ha intrapreso un tour di un anno in Inghilterra in un camper, fotografando i passatempi della gente comune in tutto il paese.

Mostra fotografica Londra

Cleethorpes Pier, North East Lincolnshire, 2012 © Simon Roberts, Courtesy of Flowers Gallery London

Le opere dei quattro fotografi raccolte nella mostra The Great British Seaside esplorano il rapporto mutevole della Gran Bretagna con il mare attraverso un'analisi critica, affettuosa e a volte sarcastica, di un'esperienza tipicamente britannica.

The Great British Seaside

Fino al 30 Settembre 2018

Aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00

Biglietto adulti £ 10.35

National Maritime Museum

Park Row, Greenwich,
London SE10 9NF

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto