5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00

Gli eventi del devastante conflitto siriano così come visto e valutato da artisti, fotografi, soldati, politici e dall'opinione pubblica in generale. Syria: A Conflict Explored, all'Imperial War Museum di Londra, fino al 3 Settembre 2017.

Syria: A Conflict Explored

© Sergey Ponomarev for the New York Times Homs, Syria, 14 June 2014 Assad’s Syria (2013-2014)

La guerra in Siria si trascina ormai da più di 5 anni. Diventa sempre più difficile orientarsi nel groviglio di milizie che combattono sul campo e distinguere i diversi orientamenti politici e ideologici delle fazioni in lotta. Gli interessi delle potenze straniere, le opposte propagande e l'intervento militare di alcuni paesi complicano ancora di più il quadro.



Il conflitto ha avuto inizio il 15 marzo 2011 con le prime dimostrazioni pubbliche contro il governo centrale (parte del contesto più ampio della primavera araba), per poi svilupparsi in rivolte su scala nazionale e quindi in una guerra civile (nel 2012) che è ancora in corso. Le iniziali proteste hanno avuto l'obiettivo di spingere alle dimissioni il presidente Bashar al-Assad. Col radicalizzarsi degli scontri si aggiunse con sempre maggiore forza una componente estremista di stampo salafita grazie agli aiuti di alcune nazioni sunnite del Golfo Persico. Tali gruppi fondamentalisti hanno come principale obiettivo l'instaurazione della Shari'a in Siria. A causa della posizione strategica della Siria, dei suoi legami internazionali e del perdurare della guerra civile, la crisi ha coinvolto i paesi confinanti e buona parte della comunità internazionale. Una situazione complessa, cruenta e devastante che ha ridotto uno dei paesi più belli e ricchi di storia del Medio Oriente in un cumulo di macerie, causando centinaia di migliaia di vittime, tra le quali tantissimi civili e bambini.

Syria: A Conflict Explored

© Sergey Ponomarev for the New York Times, Lesbos, Greece, 27 July 2015 - The Exodus (2015-2016)

I curatori della mostra intendono fornire una quadro generale del conflitto, mettendo in evidenza gli elementi fondamentali, le cause, le origini e l'evoluzione della guerra che è ancora in atto. Parte integrante dell'esibizione è data dal lavoro del fotografo documentarista russo Sergey Ponomarev, che qui espone, per la prima volta in UK, un documentario e una serie di incredibili fotografie a colori (più di 60), relative al conflitto in Siria, suddivise in due differenti progetti: il primo, 'La Siria di Assad' offre una rara testimonianza della vita del popolo sotto lo stretto controllo del governo in Siria nel biennio 2013-2014. Il secondo, 'L'Esodo' racconta la storia, la determinazione, la resistenza e la sofferenza di milioni di persone provenienti dalla Siria che sono scappate e hanno cercato asilo e una vita migliore in Europa tra il 2015 e il 2016.

Syria: A Conflict Explored

© Sergey Ponomarev Damascus, Syria, 24 August 2013 Assad’s Syria (2013-2014)

I curatori hanno raccontato queste storie, selezionando alcuni reperti, parte dei quali di recente acquisizione da parte del museo, mai esposti in precedenza: oggetti, armi, fotografie, documenti, storie personali, video, interviste audio e un'installazione cinematografica, tutti riferibili al conflitto in Siria. Questa mostra racconta le storie personali di milioni di siriani che in un modo o nell'altro sono stati colpiti dal conflitto. Un racconto che può essere definito come una 'guerra delle narrazioni', in cui tutte le parti intervengono per raccontare la propria versione di ciò che sta succedendo e la propria 'Guerra'. Una conflitto ancora in corso, che ha causato quasi mezzo milione di morti e undici milioni (la metà della popolazione pre-guerra) di rifugiati e dispersi!!!


Syria: A Conflict Explored

Fino al 3 settembre 2017

Aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00
(ultimo ingresso alle 17.30)

Ingresso gratuito

IWM London

Lambeth Road, London SE1 6HZ

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto