5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00

Il mondo, la cultura e le tradizioni americane viste attraverso le opere degli artisti di colore che hanno combattuto per la libertà e l'integrazione razziale. Alla Tate Modern fino al 22 Ottobre 2017.

Soul of a Nation

Barkley Hendricks, Icon For My Man Superman (Superman Never Saved Any Black People-Bobby Seale)

La mostra restituisce l'immagine e l'identità sociale, culturale e politica dell'America degli anni Sessanta, Settanta e Ottanta, così come vista e interpretata dagli artisti di colore subito dopo la nascita dei movimenti per la dichiarazione dei Diritti Civili negli Stati Uniti d'America.



Il Civil Rights Act del 1964 è una legge degli Stati Uniti d'America, che dichiarò illegali le 'disparità e le disuguaglianze di registrazione nelle elezioni e la segregazione razziale nelle scuole, sul posto di lavoro e nelle strutture pubbliche in generale'. Il decreto vietò la discriminazione nella formazione del governo e nel lavoro, sia nelle strutture pubbliche che in quelle private. Fu definitivamente abolita la segregazione in base all'etnia nei concorsi per scuole, alloggi o assunzioni. All'inizio i cambiamenti non furono subito visibili ma quando la legge divenne esecutiva, produsse effetti di vasta portata ed ebbe un enorme impatto a lungo termine in tutto il Paese. Anche nel campo dell'arte i movimenti che scaturirono da questo evento furono di notevole importanza e interpretarono la voce di milioni di militanti, uniti per combattere e protestare per l'orgoglio, l'autonomia e la solidarietà delle comnunità americane di origine africana, ispirandosi alle nazioni africane che avevano appena conquistato l'indipendenza. .

Che cosa significava essere un artista nero negli Stati Uniti agli inizi degli anni Sessanta, durante le proteste e le lotte per il Civil Rights Movement e la nascita del Black Power? Qual era lo scopo dell'arte e chi era il suo pubblico? Attraverso questa mostra, i curatori hanno cercato di raccontare al pubblico le vicende e la storia dell'arte nell'era del Black Power negli USA: un'esposizione approfondita sul modo in cui questi argomenti sono stati rappresentati ed interpretati dagli artisti afroamericani dal 1963 al 1983. In un momento in cui il concetto di razza e di identità nazionale diventarono questioni di estrema importanza, la Pittura, la Scultura, la Musica, lo Sport e la Letteratura divennero mezzi di informazione importantissimi che portarono alla ribalta e all'attenzione dell'opinione pubblica figure iconiche come Aretha Franklin, Muhammad Ali e Toni Morrison. E fu così che la cosiddetta 'Black Art' è stata definita e discussa in tutto il paese attraverso dipinti, fotografie, stampe e sculture di estremo valore storico-artistico.

Mostra Tate Modern

© Lorraine O'Grady

Gli artisti risposero alle provocazioni e agli eventi del tempo con opere vibranti, elettrizzanti ed altamente innovative che esprimevano differenti punti di vista come l'emergere del femminismo nella cultura nera o il senso estetico nella fotografia nelle comunità Black; tele coloratissime, potenti murales, poster, collage polimaterici, fotografie provocatorie, capi di abbigliamento rivoluzionari e sculture realizzate con capelli, collant e altri materiali desueti.

Con più di 150 opere, realizzate da oltre 60 artisti, molte delle quali in esposizione nel Regno Unito per la prima volta, la mostra rappresenta un vero e proprio spaccato della vita di quei decenni e racconta con documentata precisione il cambiamento dell'identità culturale americana in un'epoca complessa caratterizzata da momenti di intensi disordini sociali e di lotta politica. Tra gli artisti americani qui presenti ricordiamo figure influenti come Romare Bearden, Norman Lewis, Lorraine O'Grady e Betye Saar, solo per citarne alcuni, che resero omaggio e rappresentarono nelle proprie opere leader politici come Martin Luther King, Malcolm X, Angela Davise o figure leggendarie del periodo come il musicista John Coltrane e gli eroi sportivi Jack Johnson e Muhammad Ali, qui rappresentato nel famoso quadro di Andy Warhol.

Mostra Soul of a Nation

Muhammad Ali by Andy Warhol © 2017 The Andy Warhol Foundation for the Visual Arts, Inc. / Artists Right Society (ARS), New York and DACS, London

Un evento unico ed imperdibile, una rara occasione per ammirare e conoscere le opere d'arte che definirono un'epoca ed hanno cambiato il volto dell'arte americana.

Soul of a Nation
Art in the Age of Black Power

Fino al 22 ottobre 2017

Aperta dalla Domenica al Giovedì dalle 10.00 alle 18.00
Venerdì e Sabato dalle 10.00 alle 22.00

Biglietto adulti £ 16.50 (£15.00 senza donazione)

Tate Modern

Bankside, London SE1 9TG

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto