Skip to main content

Innovazione e Audacia: La Mostra di Sarah Lucas a Londra

, Scritto da Vincenzo Sebastiano
Questa esibizione è terminata. Vai alla pagina delle Mostre a Londra per gli eventi in corso
Mostra Sarah Lucas Londra
Mostra Sarah Lucas Londra
Sarah Lucas This Jaguar's Going to Heaven, 2018. Courtesy of the artist and Gladstone Gallery © Sarah Lucas

La mostra alla Tate Britain celebra il talento di Sarah Lucas, una delle artiste britanniche contemporanee più innovative e talentuose. Fino al 14 Gennaio 2024.


Happy Gas è il titolo dell'evento che riflette l’esplorazione sfacciata, irriverente ma anche tenera ed umana di Sarah Lucas. Una ricerca attenta che mostra al pubblico sentimenti, paure, amori: in poche parole, l'essenza dell'umanità.

Artista estrosa e ribelle, Sarah Lucas nasce, si forma e lavora a Londra. Ha frequentato il Goldsmiths College, dove ha seguito alcuni corsi tenuti da Damien Hirst. Terminati gli studi, partecipa alla mostra Freeze, organizzata proprio da Hirst; evento che sancirà la nascita del movimento Young British Art, di cui Lucas è tuttora uno dei massimi esponenti.

  • Sarah Lucas Fat, Forty and Flabulous 1990.
    Sarah Lucas Fat, Forty and Flabulous 1990. Collection Museum of Contemporary Art Chicago, Gift of the D.Daskalopoulos Collection donated jointly to the Museum of Contemporary Art Chicago and the Solomon R. Guggenheim Museum, 2022. Courtesy the artist and Sadie Coles HQ, London © Sarah Lucas
  • Sarah Lucas HAPPY GAS Installation View at Tate Britain 2023
    Sarah Lucas HAPPY GAS Installation View at Tate Britain 2023 Credit: © Sarah Lucas. Photo © Tate (Lucy Green)
  • Sarah Lucas HAPPY GAS Installation View at Tate Britain 2023. This Jaguar’s Going to Heaven, 2018 and Red Sky portraits 2018.
    Sarah Lucas HAPPY GAS Installation View at Tate Britain 2023. This Jaguar’s Going to Heaven, 2018 and Red Sky portraits 2018. Credit: © Sarah Lucas. Photo © Tate (Lucy Green)
  • Sarah Lucas Sandwich, 2004- 2020. Courtesy the artist and Sadie Coles HQ, London. © Sarah Lucas
    Sarah Lucas Sandwich, 2004- 2020. Courtesy the artist and Sadie Coles HQ, London. © Sarah Lucas
  • Sarah Lucas This Jaguar's Going to Heaven, 2018. Courtesy of the artist and Gladstone Gallery © Sarah Lucas
    Sarah Lucas This Jaguar's Going to Heaven, 2018. Courtesy of the artist and Gladstone Gallery © Sarah Lucas

    Sarah Lucas è celebrata a livello internazionale per l’uso personale, audace e provocatorio di materiali e immagini. Utilizzando oggetti di uso comune in modi inconsueti ed inaspettati, negli ultimi quattro decenni ha costantemente raccontato, parafrasato e rappresentato la vita di tutti i giorni, mettendo spesso alla prova la comprensione e le nostre opinioni riguardanti il sesso, le classi sociali e il genere.

    Attraverso le sue opere, irriverenti e provocatorie, Lucas ha sempre creato scalpore, discussioni e dibattiti che svelano le contraddizioni della società contemporanea. Nei suoi lavori il corpo è preminente ma spesso viene usato per ridicolizzare gli stereotipi della società e metterne in discussione le convenzioni.

    In questa mostra sono presenti molte delle sue opere più importanti che spaziano in diversi generi rappresentativi, coinvolgendo lo spettatore in uno spettacolo unico che mostra la versatilità e la completezza dell’artista che si esprime con pari bravura attraverso la scultura, la pittura, le installazioni artistiche e la fotografia, con l’ausilio anche dell’audio e della sua voce che narra storie che vanno ben oltre il mondo della Young British Art degli anni ‘90.

    Superando i confini e i limiti della società contemporanea con umorismo e audacia, Lucas rappresenta tutto ciò che è vivere: le emozioni, la gioia, il dolore, la speranza; tutto ciò che significa e rappresenta essere umani.

    Sarah Lucas. Happy Gas

    Dal: 28 Settembre 2023
    Fino al: 14 Gennaio 2024
    La mostra è aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00
    Biglietto adulti £ 17.00
    Vincenzo Sebastiano
    Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
    Vincenzo Sebastiano
    Giornalista, storico dell'arte, architetto