5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00

La mostra è interamente dedicata al genio e al talento di Robert Rauschenberg, il grande maestro americano che ha cambiato il volto dell'arte del XX secolo. Fino al 2 Aprile 2017 alla Tate Modern di Londra.

Mostra Robert Rauschenberg a Londra

Untitled (Spread), 1983 - Solvent transfer and acrylic on wood panel, with umbrellas. © Robert Rauschenberg Foundation, New York

Si tratta della più importante esibizione delle opere di Robert Rauschenberg in UK negli ultimi 35 anni e la prima retrospettiva a lui dedicata (in UK) dopo la morte (avvenuta nel 2008). Robert Rauschenberg è stato un pittore, scultore, incisore e fotografo statunitense, tra i principali interpreti della Pop Art (insieme a Andy Warhol, Roy Lichtenstein, James Rosenquist e Claes Oldemburg) ma vicino anche ad altre correnti artistiche. Il suo forte individualismo lo ha portato a non aderire mai totalmente a nessun movimento artistico ma, al contrario, ad agire come intermediario e punto di contatto tra diverse ideologie come, ad esempio, la Pop Art e l'Espressionismo Astratto. E' stato inoltre uno dei principali fautori del ritorno dell'arte figurativa negli Stati Uniti, nella seconda metà del XX secolo.



Le opere di Rauschenberg non si limitano alla sola pittura; all'interno delle sue composizioni introduce elementi materici, oggetti, addirittura animali impagliati, operando una fusione fra questi, la pittura, la fotografia e la scultura. Si tratta dei famosissimi Combine Paintings: oggetti, stoffe, disegni, fotografie, insegne che vengono assemblati nel quadro così come si sovrappongono nella nostra mente gli eventi e le cose quotidiane, senza distinzione tra contenuti banali o non. Le opere di Rauschenberg hanno una loro unicità, determinata dal modo in cui l'artista sceglie e accosta gli elementi dei collage, nonché da quegli aspetti che le distinguono dalla più fredda Pop Art, ovvero il risultato dato dalle parti dipinte a mano, la sovrapposizione del collage, le immagini in composizione reticolare libere e le imperfezioni del processo serigrafico.

Rauschenberg ha sempre rifiutato di accettare le categorie convenzionali che definiscono in maniera drastica ciò che è o non è arte. Il grande interesse per la ricerca e per l'innovazione è stato guidato dalla sua curiosità senza limiti e dall'entusiasmo per nuovi modi di fare arte, dalla pittura alla performance art. Ha lavorato soprattutto su argomenti e oggetti appartenenti alla cultura popolare e di massa, immagini e materiali trash che ha inserito nei suoi lavori che unificano pittura, serigrafia, oggetti trovati per caso, giornali, immagini di politici, uomini sportivi e pop star.

Robert Rauschenberg

Monogram, 1955-59 - Combine: oil, paper, fabric, printed reproductions, metal, wood, rubber shoe-heel, and tennis ball on two conjoined canvases with oil on taxidermied Angora goat with brass plaque and rubber tire on wood platform mounted on four casters. © Robert Rauschenberg Foundation, New York

La mostra su Robert Rauschenberg, organizzata dalla Tate Modern in collaborazione con il Museum of Modern Art di New York, si articola attraverso un percorso di oltre 70 opere provenienti dalle più importanti collezioni internazionali (pubbliche e private). Ogni capitolo della sua lunga carriera (durata oltre sessanta anni) è qui rappresentato da opere iconiche e di grande significato che comprendono serigrafie e dipinti di grandi dimensioni. Tra queste citiamo una selezione dei suoi noti Combine-paintings, ibridi tra pittura e scultura, che includono il famosissimo Monogram (1955-1959), per la prima volta in UK: opera tridimensionale realizzata con un collage di legni di recupero, in parte dipinti a larghe pennellate, in parte utilizzati con porzioni delle loro scritte originarie. La pittura, dai colori forti e brillanti, unifica la superficie, investendo anche la capra impagliata al centro della composizione e il copertone, che risultano così legati al resto. Troviamo esposta anche la nota opera Bed (1955), in cui Rauschenberg ha riproposto un letto vero e proprio, su cui ha eseguito violente pennellate di colore che lo rendono il teatro di una notte di sonno piena di inquietidine, ricordi e pensieri notturni.

Alla Tate Modern sono esposte anche le serigrafie che hanno segnato l'impegno di Rauschenberg per l'attivismo politico, tra cui Retroactive II del 1964, che ritrae John F. Kennedy, poco dopo essere stato assassinato. Originale, stimolante e spiritosa, questa retrospettiva è una rara opportunità di scoprire il lavoro di un artista di notevole importanza, la cui influenza si fa sentire ancora oggi nell'opera di molti artisti contemporanei.

Robert Rauschenberg

Fino al 2 aprile 2017

Aperta dalla Domenica al Giovedì dalle 10.00 alle 18.00
Venerdì e Sabato dalle 10.00 alle 22.00

Biglietto adulti £ 18.50

TATE MODERN

The Eyal Ofer Galleries, Level 3
Bankside, London SE1 9TG

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto