5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00

Un'occasione imperdibile per entrare nel mondo fantastico della regista-attrice Rachel Maclean ed osservare la società contemporanea come non si è mai vista prima. Alla Tate Britain di Londra, fino al 2 Aprile 2017.

Mostra Rachel Maclean: Wot U :-) About?

Rachel Maclean We Want Data! 2016 - Courtesy of Rachel Maclean © Rachel Maclean

Rachel Maclean è un'artista multimediale scozzese, nata ad Edimburgo nel 1987. Utilizzando film, video e fotografie, crea personaggi bizzarri, stravaganti e surreali che, pur appartenendo al regno della fantasia, rappresentano un tramite per poter scavare a fondo nel mondo della politica, piuttosto che nei problemi di identità e nelle ansie quotidiane che affliggono la società moderna.

Indossando costumi colorati e make-up appariscenti, la Maclean interpreta di persona quasi tutti i ruoli presenti nei suoi film. Per la ricostruzione e la creazione delle location e dei set dei cortometraggi, utilizza sofisticate tecnologie informatiche e multimediali. Prende inoltre in prestito l'audio e i testi da programmi televisivi o da note pellicole cinematografiche per ricostruire e riadattare ai propri scopi narrazioni e dialoghi con un tocco comico, ironico e spesso sarcastico.



La mostra, curata da Elsa Coustou (Assistant Curator, Contemporary British Art) è parte della serie Art Now organizzata dalla Tate Britain;  si concentra sui nuovi lavori di Rachel Maclean che propongono una bizzarra visione della società che è allo stesso tempo seducente e mostruosa, quasi da incubo, esasperando, ingigantendo e ridicolizzando le preoccupazioni, le angosce e i comportamenti del mondo contemporaneo.

I video e i film di questa mostra sono stati commissionati e realizzati dalla University of Salford Art Collection in collaborazione con Artpace San Antonio, Zabludowicz Collection, Tate, Frieze Film and Channel 4 Random Acts.

Nell'installazione video (un vero e proprio film) It's What's Inside That Counts (2016), ad esempio, sono presenti divertenti e pungenti parodie dei più noti show televisivi, spot pubblicitari (di bellezza o per neonati), programmi di intrattenimento, fiabe per bambini, piuttosto che video provenienti da internet o dai social network più noti. Tutti i personaggi presenti nei video della Maclean provengono infatti proprio dal mondo ovattato e apparentemente perfetto della pubblicità, delle fiabe o della televisione. E proprio dalla pubblicità, il film prende in prestito le tecniche di propaganda delle più importanti aziende del mondo (per la vendita dei prodotti di benessere, bellezza e felicità) che quotidianamente ci bombardano con immagini e slogan atti a placare le nostre ansie e renderci più sereni.

La Maclean utilizza fondali a schermo verde per creare ambienti animati dall'atmosfera sinistra e irreale in cui folle disperate e isteriche, schiave dei selfie e di internet si rincorrono, fino a violare e distruggere il mondo virtuale da essi stessi creato. Il risultato dei video è immediato: seducenti e da incubo, lucidi e grotteschi, allo stesso tempo, i suoi film destabilizzano quasi tutte le dinamiche di potere e i desideri di massa dei consumatori.

Rachel Maclean
Wot U :-) About?

Fino al 2 Aprile 2017

Aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00

Ingresso gratuito

TATE BRITAIN

Millbank, London SW1P 4RG

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto