5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00

La grande mostra Portrait of the Artist indaga la rappresentazione degli artisti, nella forma del Ritratto, nel corso dei secoli. Alla Queen's Gallery, Buckingam Palace, fino al 17 Aprile 2017.

Mostra Portrait of the Artist Londra

Senior Curator of Paintings Anna Reynolds adjusts David Hockney's Self-Portrait, 6 April 2012 at The Queen's Gallery, Buckingham Palace. Royal Collection Trust / © Her Majesty Queen Elizabeth II 2016

Per la prima volta in assoluto i curatori del museo hanno selezionato, nell'ambito della Royal Collection (di proprietà di Sua Maestà la regina Elisabetta II) una serie di ritratti e autoritratti di artisti di fama mondiale. Nella mostra potranno essere ammirati non solo autoritratti di artisti famosi come Leonardo Da Vinci, Rembrandt, Rubens, Artemisia Gentileschi, Lucian Freud e David Hockney, ma anche bellissime (e talvolta poco note) immagini degli stessi pittori, ritratti da amici, parenti, ammiratori e allievi. Non si tratta chiaramente di dipinti ufficiali, destinati alla vendita o a un pubblico colto, bensì di opere eseguite per rimanere nell'ambito di una stretta cerchia di amici o, spesso, nella bottega stessa del maestro (esercitazioni grafiche degli allievi atte a promuovere il talento degli aspiranti apprendisti e pittori). Tra questi si cita il mirabile ritratto di Leonardo da Vinci realizzato dal suo pupillo Francesco Melzi o il bellissimo ritratto di Rubens, eseguito da un giovane Van Dyck, all'epoca allievo del grande maestro belga.



Un percorso espositivo che comprende oltre 300 opere (tra dipinti, disegni, stampe, schizzi, fotografie, litografie e incisioni) che coprono un ampio arco temprale compreso tra l'inizio del XV e il primo decennio del XXI secolo. La mostra prende forma e si sviluppa attraverso una serie di temi, suddivisi in sezioni, che approfondiscono aspetti differenti della ritrattistica come il simbolismo, il realismo, il surrealismo o l'astrattismo, solo per citarne alcuni. È analizzata anche la figura professionale del pittore e i cambiamenti di status dell'artista nel corso dei secoli, evidenziando in particolare il suo rapporto con la committenza e, in maniera specifica, quella con monarchi e sovrani di stato.

Mostra Portrait of the Artist Londra

Assistant Curator of Paintings Lucy Peter admires Rembrandt's Self-Portrait in a Flat Cap, on display at The Queen's Gallery, Buckingham Palace in Portrait of the Artist. Royal Collection Trust / © Her Majesty Queen Elizabeth II 2016

Tra i quadri selezionati la parte più consistente della collezione risale all'epoca di re Carlo I, esperto collezionista che comprò numerose opere dalle più importanti corti europee. E proprio Carlo I fu tra i primi monarchi europei ad acquistare opere che ritraevano le immagini dei pittori più noti del tempo, tra i quali l'Autoritratto di Artemisia Gentileschi vista come 'L'Allegoria della Pittura' (1638-39). Sempre a Carlo I fu donato l'incredibile Autoritratto realizzato da Rubens al culmine della sua carriera (1623), inviato al re dal pittore per scusarsi del ritardo di 2 anni nella consegna di un dipinto. L'opera era appesa accanto all'autoritratto di Daniel Mytens (1630) nella Sala della Colazione, situata accanto alla Sala del Guardaroba reale, nel cuore degli appartenenti privati del sovrano, a testimonianza dell'importanza e dell'alta considerazione in cui erano tenuti gli artisti alla corte di San Giacomo. Nel corso della sua vita Rembrandt ha eseguito circa il 80 autoritratti. Il suo Autoritratto con Berretto piatto (1642) è stato uno dei tre capolavori dell'artista che sono entrati a far parte della Royal Collection durante il regno di Giorgio IV cui si deve anche l'acquisizione del bellissimo autoritratto Sir Joshua Reynolds, realizzato nel 1788.

Mostra Portrait of the Artist Londra

Johan Joseph Zoffany's The Academicians of the Royal Academy and The Tribuna of the Uffizzi on display at The Queen's Gallery, Buckingham Palace in Portrait of the Artist. Royal Collection Trust / © Her Majesty Queen Elizabeth II 2016

La ricerca e l'acquisto di ritratti di artisti da parte dei membri della famiglia reale inglese è continuata anche nel corso del XX e del XXI secolo. Gli Autoritratti di Lucian Freud (1996) e David Hockney (2012) qui esposti, sono stati donati dagli artisti a Sua Maestà la Regina Elisabetta II in occasione della consegna dell'Ordine del Merito, un'importante onorificenza che riconosce agli artisti lodevoli servizi svolti nel campo della scienza, dell'arte, della letteratura e della cultura.

Portrait of the Artist

Fino al 17 aprile 2017

Aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.30

Biglietto adulti £ 10.30; Concession £ 9.40)

The Queen's Gallery

Buckingam Palace, London SW1A 1AA

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto