5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00

Gli orrori dell'ultima guerra mondiale, e soprattutto i bombardamenti di Londra da parte dei tedeschi, sono i protagonisti della mostra in corso al Museum of London. Fino al 3 Settembre 2017.

Perspectives of Destruction: Images of London, 1940-44. How do Artists depict war?

View across the City of London from St. Paul's Cathedral Looking East (c.1945), Cross and Tibbs © City of London Police

I dipinti, i disegni e le fotografie esposte al Museum of London mettono in evidenza il pensiero, i sentimenti e l'immaginario di alcuni artisti del tempo reclutati come testimoni oculari degli orrori della guerra e di come essi abbiano rappresentato tali scene nelle proprie opere.



Il governo britannico, vista l'entità e la portata della guerra, con battaglie combattute via terra, via mare e via aerea e visto lo sforzo incredibile che l'intera popolazione era costretta ad affrontare, affermò che eventi così epici ed eroici dovevano essere registrati, interpretati e immortalati nelle opere di artisti ufficiali di guerra che avevano il compito di realizzare quadri, disegni e fotografie raffiguranti eventi ed esperienze sia sul campo di battaglia che sul fronte interno.

La mostra offre inoltre chiavi di lettura alternative rispetto alla tradizione ufficiale, mettendo in luce aspetti dimenticati e poco noti relativi ai bombardamenti tedeschi su Londra durante la Seconda Guerra Mondiale. Una buona parte delle opere esposte è dedicata alla epica 'Battaglia d'Inghilterra' del 1940 e al 'London Blitz', considerato dalla critica storica, per l'entità dei danni e per le distruzioni apportate alla città, come il secondo Grande Incendio, dopo quello del 1666.

Perspectives of Destruction: Images of London, 1940-44. How do Artists depict war?

Evening in the City of London (1944), David Bomberg © Museum of London

La battaglia d'Inghilterra è il nome storico della campagna aerea svoltasi nella seconda guerra mondiale e combattuta dall'aeronautica militare tedesca, la Luftwaffe contro il Regno Unito, tra l'estate e l'autunno del 1940. Dopo otto mesi di bombardamenti continui i tedeschi terminarono il Blitz; iniziata il 7 settembre del 1940, l'operazione, in 76 giorni consecutivi di bombardamenti, aveva portato alla distruzione e al danneggiamento di almeno un milione di edifici e all'uccisione di 20mila persone nella sola capitale del Regno Unito, e altrettante nelle altre città colpite.

Il Blitz di Londra è stato l'evento scelto dalla maggior parte degli artisti ufficiali di guerra che hanno analizzato e interpretato quei drammatici giorni con talento e precisione. E proprio questi dipinti rappresentano la parte centrale della mostra, organizzata intorno ad un gruppo di nove disegni del pittore Graham Sutherland recentemente acquisiti. Oltre a Sutherland, la mostra include opere, dipinti, disegni e fotografie di Bill Brandt, John Piper e David Bomberg, solo per cirarne alcuni.

Perspectives of Destruction: Images of London, 1940-44.
How do Artists depict war?

Fino al 8 maggio 2017

Aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00

Ingresso Gratuito

Museum of London

150 London Wall, London EC2Y 5HN

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto