5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00

Giovanni da Rimini, A 14th-century Masterpiece Unveiled è il titolo della mostra dedicata al grande maestro della pittura italiana del Trecento, alla National Gallery di Londra fino all'8 Ottobre 2017

Giovanni da Rimini

Giovanni da Rimini, a detail of Virgin and Child with Five Saints, - Pinacoteca Comunale di Faenza © IBACN / Emilia-Romagna

La mostra è stata organizzata in seguito alle recenti acquisizioni da parte della National Gallery (2015) di alcuni capolavori realizzati proprio dal grande maestro riminese. Un'occasione unica per ammirare opere e dipinti di straordinaria bellezza, realizzati in un momento chiave della storia dell'arte mondiale in cui iniziava ad emergere una nuova visione della società e del mondo che poneva l'uomo al centro delle rappresentazioni pittoriche, dando maggior risalto all'osservazione e al realismo.



Giovanni da Rimini è stato un pittore italiano vissuto tra la fine del Duecento e il primo trentennio del Trecento. Fu uno dei fondatori della cosiddetta scuola riminese, città in cui lavorò per pochi anni anche Giotto. Le novità introdotte da Giotto ebbero un'eco immediata sugli artisti locali, come testimonia il Crocifisso datato 1309 realizzato da Giovanni da Rimini presso la chiesa di San Francesco di Mercatello sul Metauro, strettamente legato al modello di Giotto. Vasari stesso lo citò tra i migliori seguaci di Giotto in assoluto, insieme ad Ottaviano da Faenza e Guglielmo da Forlì.

Nel primo decennio del XIV secolo Govanni da Rimini fu impegnato nella realizzazione delle Storie della Vergine (rivendicategli da Bottari nel 1958), affrescate a Rimini nella cappella a cornu epistolae della chiesa di S. Agostino ovvero di S. Giovanni Evangelista, nella cui contrada il pittore e i suoi fratelli erano domiciliati. Proprio alcune Scene della Vita della Vergine e quelle di altri Santi sono state qui riunite ed esposte per la prima volta: si tratta di dipinti di estrema importanza, che costituiscono la prima testimonianza dell'impatto esercitato a Rimini dalla pittura narrativa di Giotto, che in questa città aveva lasciato affreschi in S. Francesco. La critica recente si mostra concorde nel restituire a Giovanni da Rimini un ruolo propulsore nell'elaborazione di un linguaggio autonomo e basilare per gli sviluppi della pittura locale nel Trecento: ciò avvenne all'interno di una dinamica realtà professionale che, concepita nella forma di una bottega a probabile conduzione familiare, coinvolse altri maestri locali fra i quali si cita Giuliano da Rimini.

Mostra Giovanni da Rimini

Giovanni da Rimini, Scenes from the Lives of the Virgin and other Saints - The National Gallery, London. Acquired with a generous donation from Ronald S. Lauder, 2015 © The National Gallery, London

Le Scene della Vita della Vergine sono esposte accanto ad altre opere coeve di artisti di straordinaria importanza che lavorarono a Rimini all'inizio del XIV secolo, provenienti da importanti Gallerie e collezioni internazionali. Tra queste ricordiamo preziosissime tavolette finemente scolpite in avorio, importanti quadri italiani del Trecento appartenenti alla collezione permanente della National Gallery.

I curatori della mostra dedicata a Giovanni da Rimini hanno voluto sottolineare l'importanza storica di queste opere in cui è evidente la nascita e la fioritura di un nuovo linguaggio artistico, più moderno e dinamico, che si allontana (gradualmente) dallo schematismo e dalla bidimensionalità del mondo bizantino, donando nuova espressività e umanità ai personaggi sacri.

Giovanni da Rimini
A 14th-century Masterpiece Unveiled

Fino all'8 ottobre 2017

Aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00 (Venerdì fino alle 21.00)

Ingresso gratuito

NATIONAL GALLERY

Trafalgar Square
London, WC2N 5DN

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto