George IV: Art & Spectacle

VS Updated

La Queen's Gallery di Buckingam Palace celebra con questa mostra la vita ed il regno di re Giorgo IV attraverso le sue preziosissime collezioni d'arte. Fino al 3 Maggio 2020.

Mostra Giorgio IV

Rembrandt van Rijn, The Shipbuilder and his Wife: Jan Rijcksen and his Wife, Griet Jans, 1633 Credit: Royal Collection Trust © Her Majesty Queen Elizabeth II 2019

Giorgio IV può essere considerato senza ombra di dubbio come il più stravagante ed eccentrico dei monarchi britannici, attento come pochi altri alle mode ed amante del lusso e dello sfarzo. Il monarca era un grande estimatore del bello ed infatti creò ed allestì una straordinaria collezione d'arte senza precendeti, ricca di reperti preziosi ed unici, molti dei quali ancora oggi fanno parte della Royal Collection.

Giorgio IV di Hannover (Giorgio Augusto Federico) (1762–1830) è stato re del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda e di Hannover dal 29 gennaio 1820. Figlio di Giorgio III e di Carlotta di Meclemburgo-Strelitz, aveva precedentemente esercitato le funzioni di principe reggente a causa dell'infermità mentale del padre. Fu un monarca ostinato, che spesso interferì negli affari politici. Tuttavia, per la maggior parte della sua reggenza e del suo regno fu Lord Liverpool, il Primo Ministro, ad avere il governo effettivo del Regno. Giorgio IV infatti preferiva altro alla politica e al governo; è spesso ricordato come un principe e re liberale e stravagante: per questo si guadagnò l'appellativo di First Gentleman. Ebbe pessimi rapporti tanto con il padre che con la moglie, Carolina di Brunswick. Fu patrono delle arti e della letteratura, e visse un'intensa vita mondana, legandosi con i dandy più alla moda di Londra.

Giorgio IV fu il collezionista ed il committente di molte delle più belle opere d'arte della Collezione Reale. Trasformò Buckingham House in un palazzo reale degno di questo nome, ristrutturandolo radicalmente dentro e fuori; restaurò il Castello di Windsor, e costruì il Royal Pavilion a Brighton, un palazzo di piacere in stile orientale in riva al mare. A Londra, la sua visione architettonica geniale ed avveniristica fu alla base della progettazione e della realizzazione di Regent Street e Regent's Park.

Come principe di Galles e, dal 1820, in qualità di sovrano, Giorgio IV acquistò dipinti, oggetti in metallo, tessuti, mobili, acquerelli, libri e ceramiche realizzati quasi sempre dai migliori e più quotati artisti del tempo. La mostra George IV: Art & Spectacle, organizzata dalla Queen's Gallery di Buckingam Palace, si sviluppa attraverso un percorso espositivo che copre un arco temporale di circa 20 anni della vita del sovrano, prima come reggente e poi come re; è composta da oltre 80 opere ed oggetti tutti appartenenti alla Royal Collection. E' suddivisa in varie sezioni, ciascuna delle quali pone l'accento su differenti fasi della sua vita del re e delle opere da lui acquisite in quei determinati periodi. Tra i lavori selezionati troviamo una serie di capolavori olandesi e fiamminghi, magnifici ritratti realizzati da Sir Thomas Lawrence e Sir Joshua Reynolds, delicate porcellane francesi, intricati lavori di orafi ed eleganti libri, monoscritti e disegni di inestimabile valore e rara bellezza.

Una mostra piacevole ed interessante che ci presenta la vita di Giorgio IV attraverso l'arte che ha arricchito il suo mondo e la sua intera vita.

Informazioni Evento

George IV: Art & Spectacle
Dal
15 Novembre 2019
Fino al
03 Mag 2020
Aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.30
Biglietto adulti £ 13.50, ingresso ordinario alla Queen's Gallery
Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto

Immagini

Rembrandt van Rijn, The Shipbuilder and his Wife: Jan Rijcksen and his Wife, Griet Jans, 1633 Credit: Royal Collection Trust © Her Majesty Queen Elizabeth II 2019
Rundell, Bridge and Rundell, Cast of the Imperial State Crown, 1823 Credit: Royal Collection Trust © Her Majesty Queen Elizabeth II 2019
Thomas Rowlandson, The Golden Apple, or the Modern Paris, 1785 Credit: Royal Collection Trust © Her Majesty Queen Elizabeth II 2019
Sir Thomas Lawrence, George IV (1762-1830), 1821 Credit: Royal Collection Trust © Her Majesty Queen Elizabeth II 2019
Jane Austen, Emma: a novel in three volumes, 1816 Credit: Royal Collection Trust © Her Majesty Queen Elizabeth II 2019
Sir Peter Paul Rubens, Landscape with St George and the Dragon, 1630-5 Credit: Royal Collection Trust © Her Majesty Queen Elizabeth II 2019
Aelbert Cuyp, The Passage Boat, c.1650 Credit: Royal Collection Trust © Her Majesty Queen Elizabeth II 2019
Jan Steen, A Woman at her Toilet, 1663 Credit: Royal Collection Trust © Her Majesty Queen Elizabeth II 2019
Alexandre-Auguste Robineau, The Fencing Match-Match between the Chevalier de Saint-Georges and the Chevalier d'Eon, c.1787-9 Credit: Royal Collection Trust © Her Majesty Queen Elizabeth II 2019
Thomas Gainsborough, The Three Eldest Princesses: Charlotte, Princess Royal, Augusta and Elizabeth, 1783-84 Credit: Royal Collection Trust © Her Majesty Queen Elizabeth II 2019
George Stubbs, George IV (1762-1830) when Prince of Wales, 1791 Credit: Royal Collection Trust © Her Majesty Queen Elizabeth II 2019
Rundell, Bridge & Rundell, The Diamond Diadem, 1820-1 Credit: Royal Collection Trust © Her Majesty Queen Elizabeth II 2019
Rundell, Bridge and Rundell, Sword and scabbard, c.1750-1820 Credit: Royal Collection Trust © Her Majesty Queen Elizabeth II 2019
John Meyer, Surcoat, 1820-1 Credit: Royal Collection Trust © Her Majesty Queen Elizabeth II 2019
Nikolaus Schmidt, Nautilus cup, c.1600 Credit: Royal Collection Trust © Her Majesty Queen Elizabeth II 2019