1 1 1 1 1 Rating 4.50

La mostra Edvard Munch. Love and Angst svela i molti misteri che ancora oggi circondano la vita e l’attività lavorativa di Munch, l'autore de l’Urlo, attraverso l’esposizione delle sue stampe più belle ed importanti. Fino al 21 Luglio 2019 al British Museum!

Edvard Munch

Edvard Munch (1863-1944). Self-Portrait, 1895. © The Trustees of the British Museum

“We do not want pretty pictures to be hung on drawing-room walls. We want... an art that arrests and engages. An art of one’s innermost heart.”(‘Non vogliamo che le belle foto vengano appese alle pareti dei salotti. Vogliamo ... un’arte che colpisca ed intrighi. Un’arte che provenga dal più intimo del cuore.’)

Edvard Munch

Creatore del volto più inquietante ed iconico dell’arte, l’Urlo, Munch può essere considerato senza ombra di dubbio il padre radicale dell’Espressionismo, il corrispettivo norvegese di Vincent van Gogh (protagonista tra l'altro della mostra Van Gogh and Britain in corso alla Tate Britain). Paradossalmente, l’intensità emotiva dell’Urlo, la notorietà del dipinto in ogni parte del mondo, il fatto stesso che l’opera non abbia bisogno di spiegazioni, rappresentano certamente i fattori che ne fanno uno dei capolavori dell’arte contemporanea. Eppure forse ciò rappresenta anche la ragione per cui, al di là del suo nome, si conosca così poco del suo creatore: l’Urlo parla da solo. Sebbene sia diventato un simbolo universale dell’angoscia umana, il quadro rappresenta una risposta profondamente personale ed intima all’educazione e alle esperienze di Munch come giovane artista.

Mostra Edvard Munch

The Scream 1895, Edvard Munch (1863-1944), Private Collection, Norway. Photo: Thomas Widerberg

Edvard Munch Londra

Madonna, 1895/1902. Edvard Munch (1863-1944), Munchmuseet

Ma chi era in realtà Edvard Munch? E’ proprio quello che hanno cercato di scoprire i curatori di questa straordinaria mostra con la quale si è cercato di svelare i molti misteri che ancora oggi circondano la vita e l’attività lavorativa di Munch, attraverso l’esposizione delle sue stampe più belle ed importanti, molte delle quali ancora inedite. Munch, nel corso della sua carriera, ha realizzato opere sui temi dell’amore, dell’angoscia e della morte, forti ed intense, che suscitarono critiche negative per la loro violenza espressiva, tanto che addirittura una sua mostra fu chiusa dopo pochi giorni dall’apertura. Edvard Munch è stato l’artista che ha anticipato i temi dell’Avanguardia Espressionista, raccontando il dramma dell’uomo nel mondo contemporaneo, l’incomunicabilità con i propri simili e la sua profonda solitudine.

Edvard Munch British Museum

Edvard Munch (1863-1944). Vampire II, 1896. The Savings Bank Foundation DNB, on loan to Henie Onstad Kunstsenter, Oslo.

La mostra Love and Angst, organizzata dal British Museum in collaborazione con il Much Museum di Oslo, si articola attraverso un percorso di oltre 80 opere, provenienti dalle più importanti collezioni internazionali (pubbliche e private): si tratta soprattutto di stampe, ma anche di disegni e schizzi, delle città europee di inzio Novecento (come Oslo, Berlino e Parigi) esposti accanto a fotografie, documenti inediti, lettere che mostrano rarissimi e poco conosciuti momenti della vita privata di Much. I curatori illustrano, attraverso le stampe selezionate, la vita e le opere di un artista pionieristico e sovversivo che ha dato voce a nuove idee sull’indipendenza personale e politica. Viscerale, ribelle e affamato di nuove esperienze, Munch rifiutò la sua rigida educazione luterana per perseguire uno stile di vita non convenzionale. Viaggiò a lungo attraverso l’Europa, traendo ispirazione artistica dai circoli bohémien incontrati e dalle sue appassionate storie d’amore. Il lavoro di Munch ha scansito e definto le sue esperienze di vita fornendo anche un affresco attento e preciso di un’Europa, quella dei primi anni del Novecento, in rapida evoluzione ma che ben presto sarebbe stata devastata dal primo conflitto mondiale.

Edvard Munch. Love and Angst

Edvard Munch (1863-1944). Jealousy II, 1896. © The Trustees of the British Museum

I visitatori di Edvard Munch. Love and Angst, scopriranno aspetti totalmente inediti della vita dell’artista ma anche originali pratiche artistiche, come quella della stampa che Munch sapeva usare in maniera magistrale. Le tecniche innovative di Munch, l’uso audace del colore e le tematiche angoscianti e malinconiche dei suoi lavori hanno avuto una risonanza ed un seguito incredibile per molti pittori contemporanei consacrandolo come uno dei primi artisti ‘moderni’ europei.

Edvard Munch.
Love and Angst

Fino al 21 Luglio 2019

Aperta dal Lunedì al Giovedì dalle 10.00 alle 17.30
Venerdì fino alle 20.30
Sabato e Domenica dall 9.00 alle 17.30

Biglietto adulti £ 17

BRITISH MUSEUM

Great Russell Street
London WC1B 3DG

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto