1 1 1 1 1

Alla National Gallery di Londra Chris Ofili presenta un nuovo arazzo, realizzato, tessuto e intrecciato dal Dovecot Tapestry Studio di Edimburgo. Fino al 28 Agosto 2017.

Chris Ofili: Weaving Magic

© Chris Ofili. Courtesy the artist and Victoria Miro, London, The Clothworkers' Company and Dovecot Tapestry Studio, Edinburgh. Photography: Gautier Deblonde

L'opera, commissionata dalla Clothworkers Company, è stata interamente tessuta a mano presso il Dovecot Tapestry Studio, un rinomato centro artistico, tra i più noti produttori mondiali di arazzi e tessuti, situato ad Edimburgo in Scozia. Da oltre un secolo, costituisce un punto di riferimento per l'arte contemporanea, l'artigianato e il design, dedicandosi quasi esclusivamente alla produzione di opere d'arte commissionate da collezionisti privati e pubblici di tutto il mondo.



Christopher Ofili, CBE (nato 10 ottobre 1968) è un pittore inglese nato a Manchester, di origini nigeriane, molto noto e conosciuto per i suoi dipinti che incorporano sterco di elefante. Si impone all'attenzione del pubblico agli inizi degli anni Novanta con quadri di costruzione complessa che affrontano diverse tematiche: dall'eccesso di decorazione alle politiche culturali agli stereotipi della cultura nera. Ofili ha vinto il Turner Prize nel 1998 e negli ultimi dieci anni ha organizzato e presentato numerose esposizioni presso le più importanti istituzioni internazionali. Ha fatto parte del movimento dei Young British Artists. Dal 2005, vive e lavora tra Trinidad, Londra e Brooklyn.

Chris Ofili: Weaving Magic

© Chris Ofili Courtesy the artist and Victoria Miro, London

In un momento di crisi della pittura, Ofili ha riportato l'attenzione su questo linguaggio, con la sua abilità di approfondire, arricchire ed allargare le potenzialità del mezzo pittorico attraverso un brillante ed eclettico insieme di materiali, rafforzandone il significato con lavori che affrontano le questioni dell'identità, del pregiudizio e del preconcetto. I suoi dipinti, fantasiosi e onirici, rappresentano infatti la sintesi di una varietà di influenze di arte e cultura popolare che comprende eroi di fumetti, pornografia, jazz, hip hop, film e video afro degli anni '70.

Le immagini disegnate e tessute sull'arazzo presentato in questa mostra, intitolato 'The Caged Bird's Song', riflettono l'interesse continuo di Ofili nei confronti della mitologia classica ma anche nei confronti delle storie di magia, fantasia e cultura popolare, piuttosto che del colore e del paesaggio di Trinidad nel Mar dei Caraibi. Per la prima volta nella sua carriera Ofili ha trasformato un'immagine da lui dipinta con la tecnica dell'acquerello in un arazzo (lavoro molto complesso e impegnativo); ha poi lavorato a stretto contatto con il Dovecot Tapestry Studio per la realizzazione di questo straordinario tessuto multistrato da parete, dai colori e dai toni vivaci e fantasiosi.

Al termine di questa esibizione, l'arazzo entrerà a far parte della collezione permanente della National Gallery e sarà esposto nella Clothworkers Hall.

Chris Ofili: Weaving Magic

Fino al 28 agosto 2017

Aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00
(Venerdì fino alle 21.00)

Ingresso gratuito

NATIONAL GALLERY

Trafalgar Square London, WC2N 5DN

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto