4.8333333333333 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 4.83

Al Victoria and Albert Museum la mostra dedicata a uno dei più importati e famosi stilisti dell'alta moda: Cristobal Balenciaga. Fino al 18 Febbraio 2018.

Mostra Balenciaga Londra

Dovima with Sacha, cloche and suit by Balenciaga, Café des Deux Magots, Paris, 1955. Photograph by Richard Avedon © The Richard Avedon Foundation

L'esibizione prende in esame l'opera, i capi iconici e l'eredità del grande couturier spagnolo Cristóbal Balenciaga, con oltre 100 pezzi realizzati dal 'maestro' della couture, dai suoi protégées e dagli stilisti contemporanei che hanno tratto ispirazione dallo stesso Balenciaga. Conosciuto come 'il maestro' dell'haute couture, Cristóbal Balenciaga è stato uno dei designer più innovativi, influenti e venerati del XX secolo. La sua visione unica e lungimirante della bellezza, l'uso innovativo e pionieristico dei tessuti e l'ingegnoso taglio dei modelli ha rivoluzionato la silhouette femminile, gettando le basi della moda moderna che, dagli anni Sessanta, continua a plasmare le creazioni contemporanee.



Cristobal Balenciaga iniziò sin da giovane a riscuotere una notevole fama come designer, il che gli permise di aprire una boutique prima a San Sebastian, nel 1919, a poi a Madrid e Barcellona. La famiglia reale spagnola e l'aristocrazia apprezzarono particolarmente le creazioni di Balenciaga, ma la guerra civile spagnola lo costrinse a chiudere le sue boutique e a trasferirsi a Parigi, dove aprì la propria casa di moda nel 1937 (che diventerà nota subito dopo la Seconda Guerra Mondiale). Il culmine del successo di Balenciaga arriva nei primi anni Sessanta grazie a una reinterpretazione del classico abito impero. Nel corso degli anni Cinquanta e Sessanta, il nome della casa di moda Balenciaga si consolida definitivamente nel campo dell'alta moda. Tuttavia nel 1968, con l'avvento del Pret-a-porter, Balenciaga si ritira, pur rimanendo di grande ispirazione per successivi stilisti di fama internazionale come Oscar de la Renta, André Courrèges, Emanuel Ungaro e Hubert de Givenchy.

La mostra al Victoria&Albert Museum esamina il lavoro di Balenciaga dal 1950 e 1960, probabilmente il periodo più creativo della sua carriera, durante il quale ha vestito le donne più raffinate e importanti dell'epoca. Il successo fu tale che Balenciaga fu venerato ed ammirato anche dai suoi colleghi contemporanei, come Christian Dior e Coco Chanel. Troviamo esposti alcuni esempi di abiti dalle forme rivoluzionarie che Balenciaga inventò e realizzò in questo periodo: la tunica, gli abiti a sacco, il baby doll e gli shift dresses – tutti capi che tuttora rimangono punti fermi nello stile e nel guardaroba contemporaneo. Tra gli highlights esposti ricordiamo i capi unici realizzati da Balenciaga per l'attrice di Hollywood Ava Gardner, abiti e cappelli appartenenti all'icona della moda degli anni Sessanta, Gloria Guinness, e pezzi indossati da una delle donne più ricche del mondo, Mona von Bismarck, che commissionò allo stilista tutto il suo guardaroba, dagli abiti da sera di alta moda ai pantaloni corti per fare giardinaggio. Accanto agli splendidi capi sono esposti schizzi preparatori d'archivio, disegni, fotografie, campioni di tessuto e filmati di alcune sfilate; i curatori intendono così fornire al pubblico una visione unica del mondo di Balenciaga, dalla sartoria, ai laboratori fino ai saloni e alle sfilate d'alta moda.

Cristóbal Balenciaga

Cristóbal Balenciaga at work, Paris, 1968. Photograph Henri Cartier-Bresson © Henri Cartier-Bresson, Magnum Photos

La seconda parte della mostra è dedicata all'eredità e all'impatto duraturo che il genio di Balenciaga ha avuto nel mondo della moda. E' stato analizzato il lavoro di oltre 30 stilisti che, osservando ed ammirando le sue opere, sono stati influenzati da lui negli ultimi 50 anni. Pezzi disegnati da alcuni degli ex apprendisti di Balenciaga, come André Courrèges e Emanuel Ungaro dimostrano chiaramente un marchio e un'estetica minimalista inconfondibile, recentemente rilanciata da Phoebe Philo per Celine e da J.W. Anderson. Il perfezionismo di Balenciaga e l'attenzione quasi maniacale per i dettagli è chiaramente visibile, inoltre, nel lavoro di Hubert de Givenchy e di  Erdem. Il taglio dei modelli e le sperimentazioni con il volume sono riconoscibili nei modelli di Molly Goddard e Demna Gvasalia, mentre l'uso creativo dei nuovi materiali è costantemente intuibile nei disegni dell'ex direttore creativo del marchio  Balenciaga, Nicolas Ghesquière.

Balenciaga: Shaping Fashion

Fino al 18 febbraio 2018

Aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.30 (Venerdì fino alle 21.30)

Biglietto adulti £ 12.00

Victoria&Albert Museum

Cromwell Road, London SW7 2RL

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto