1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Michel Barnier

“Sono passati già tre mesi. Non posso fare il negoziato da solo”. È lo sfogo che Michel Barnier, capo negoziatore europeo per la Brexit, ha consegnato alle colonne del Financial Times (FT). Barnier ha avvertito che la Gran Bretagna “rischia di precipitare fuori dalla Ue a marzo 2019 senza un accordo sulla relazione futura, se perde altro del limitato tempo a disposizione per il negoziato sulla Brexit”.

“La prossima settimana saranno passati tre mesi dall'invio della lettera sull'articolo 50”, ha detto Barnier, sottolinenando che finora “non abbiamo negoziato, non abbiamo fatto progressi”. La mia preoccupazione è che il tempo passa, più velocemente di quanto si crede perché gli argomenti su cui dobbiamo trattare sono straordinariamente complessi e io non posso negoziare con me stesso”, ha aggiunto il rappresentante della Commissione europea al tavolo delle trattative.

Dopo aver difeso la scaletta per i negoziati imposta dai leader europei, che vogliono prima un accordo di massima sulle prime tre priorità, Barnier – riferisce l'FT – ritiene che sarà la Gran Bretagna a soffrire se ci saranno ulteriori ritardi. Ed ha escluso l'utilità di valutare sin d'ora la possibilità di estendere il negoziato oltre la scadenza di marzo 2019: “Se lavoriamo seriamente, non vedo né l'interesse né l'utilità di rinviare quella data. Ogni ulteriore ritardo sarà fonte di una instabilità di cui non abbiamo bisogno, di cui l'economia non ha bisogno, di cui il lavoro non ha bisogno”.

La Ue, aggiunge Barnier, è aperta a tutti i modelli di futura relazione, ma ribadisce che le quattro libertà fondamentali che tutti i membri del mercato unico devono rispettare sono indivisibili: “Non è un supermercato, è una comunità, uno spazio di vita economica, sociale ed umana. Quindi le quattro libertà camminano insieme. E non faremo compromessi sulle decisioni della Ue”.

Brexit: Together Forward incontra il governo scozzese

24-06-2017 Giorgia Scaturro - Together Forward

Mercoledì 21 Giugno, a Edinburgo, Together Forward ha incontrato il Minister for UK Negotiations on Scotland's Place in Europe, Michael R...

Leggi

Brexit: l'offerta 'fair and serious' di Theresa May

24-06-2017 Dimitri Scarlato - Together Forward

Sia durante il Queen's Speech, sia alla cena con i leader europei dello scorso 22 giugno, Theresa May ha in parte chiarito le sue posizioni su...

Leggi

Brexit, la proposta del Governo May: Residenza piena a chi è in GB da almeno 5 a…

22-06-2017 Eugenio Montesano - Together Forward

Al termine del primo dei due giorni del Consiglio europeo, la premier britannica Theresa May ha anticipato i termini della proposta del govern...

Leggi

Brexit e diritti dei cittadini europei: il punto di vista da Bruxelles

22-06-2017 Together Forward

Intervento di Gaia Lalloni, attivista di Itaca Asbl – Italian and Transnational Association for Communities Abroad, sul lavoro che l&rsqu...

Leggi

Il capo negoziatore Barnier ammonisce: 'Le quattro libertà sono indivisibili'

13-06-2017 Eugenio Montesano - Together Forward

“Sono passati già tre mesi. Non posso fare il negoziato da solo”. È lo sfogo che Michel Barnier, capo negoziatore...

Leggi

Pubblicate le posizioni UE sulle prime due priorità del negoziato Brexit

12-06-2017 Eugenio Montesano - Together Forward

La Commissione europea ha inviato al governo britannico e pubblicato sul proprio sito i position paper che definiscono le linee negoziali europ...

Leggi

Il Console Mazzanti su Brexit: 'Rafforzeremo la rete per gli italiani in UK

11-06-2017 Eugenio Montesano - Together Forward

Together Forward ha incontrato Massimiliano Mazzanti, Console Generale d'Italia a Londra. Tra i temi del dibattito, i punti di forza e le criticit&...

Leggi