5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00

Per gli appassionati della buona carne a tavola, c'è un posto a Londra che non si può mancare di visitare: il mercato coperto di Smithfield.Ristorante Smiths Londra

Di fronte uno degli ingressi del bell'edificio vittoriano che ospita il più grande mercato di carne del Regno Unito, c'è una costruzione con mattoni rossi e finestre ornate da loggette e bifore in bianca pietra di Portland, dove sui tendoni neri del pianterreno campeggiano le lettere rosse che compongono il nome del locale: Smiths.

Quattro piani, dal bar, alla lounge, al ristorante, alla terrazza con grandi spazi aperti in stile Newyorkese, per celebrare l'eccellenza degli allevamenti inglesi che qui si traducono in succulenti piatti per estimatori di carne.

La passione e la reverenza per un buon taglio di carne ha origini antiche in Gran Bretagna. Si racconta che King James I° ammirando un bel pezzo di lombo lo avesse insignito del cavalierato facendolo diventare "Sir Loin". Da qui il nome inglese del nostro controfiletto.*

Per Smiths, retaggio di questa antica passione e tradizione è l'orgoglio di mostrare sul menù l'elenco degli allevatori e dei fornitori della materia prima del ristorante: segnale della grande attenzione per la qualità.

 

Carni in primo piano, ma giusta scelta anche di pesce e piatti vegetariani. La filosofia del locale risponde all'esigenza di portare in tavola piatti semplici, senza ricette elaborate per enfatizzare la bontà dei prodotti usati in cucina.

Cantina ridotta con etichette da Cile, Argentina, Australia e Francia. L'italia presente nella carta dei vini con Nero d'Avola, Valpolicella, Soave e Prosecco.

Smiths si trova al 66 - 77 Charterhouse St, London EC1M 6HJ   Stazioni della Underground più vicine Farringdon e Barbican.

Indirizzo da ricordare perchè rappresenta la chiave di lettura moderna della cultura culinaria inglese che affonda le radici nella storia e nelle tradizioni di questa terra.

*La storia per quanto affascinante e in sintonia con il carattere di certi regnanti, è inventata. Secondo l'etimologia, "sirloin" viene da una storpiatura del francese "sur la longe" e risale all'epoca normanna. Ben prima dunque di tutti i re cui viene attribuita l'investitura a cavaliere del controfiletto!

Antonella SciortinoTesto e immagini di Antonella Sciortino

#Londradaybyday