5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00

Peterborough è una città con una crescita economica esponenziale. La ricetta del boom è delle più semplici: burocrazia snella e amministratori lungimiranti e capaci.

Peterborough

La città è stata, in passato, la meta dell'emigrazione di tanti meridionali, che, arrivavano ad ingrossare le fila della comunità italiana, attratti dalle opportunità di lavoro alla London Bricks, la più grande fabbrica di mattoni del Regno Unito. Dopo un periodo di floridezza, negli anni '90, la città ha subito un rapido declino, in controtendenza con la curva economica del resto della nazione che, invece, cresceva. A raddrizzarne le sorti è arrivata, nel 2008, una cordata di imprenditori, guidata da Marco Cereste, italiano di origini pugliesi, che, a capo della giunta cittadina, insieme al suo gruppo di amministratori, è il vero e proprio artefice della rinascita economica di Peterborough.

In pochi anni sono stati ottenuti risultati eccezionali, con numeri davvero impressionanti rapportati alle dimensioni della città: prima città per crescita e sviluppo in UK, seconda per creazione di posti di lavoro, quarta per volume di nuove costruzioni, 16.000 posti di lavoro solo negli ultimi 4 anni, 800 nuove aziende registrate nel 2013, 1000 nuove unità immobiliari ogni anno, investimenti per 20 milioni di sterline per il riassetto del centro storico e delle proprietà del comune, tre milioni e mezzo di mq destinati alla zona industriale e produttiva... una marcia trionfale.

I sorprendenti risultanti sono la conseguenza dell'azzeramento delle pratiche burocratiche per l'ottenimento di licenze e permessi, dei quali si occupa, adesso, l'agenzia per lo sviluppo, Opportunity Peterborough, uno sportello che assiste le imprese che vogliono investire nel territorio e le aiuta a compiere tutti i passi fino al loro posizionamento sul mercato. La creazione delle infrastrutture e dei servizi, la realizzazione a breve di una linea di collegamento ferroviario superveloce con Londra, un nuovo ospedale che ha recentemente assunto 54 medici e infermieri italiani, nuove scuole, la rete internet via cavo e il progetto di una Università locale, sono gli altri stimoli per far crescere la comunità richiamando professionalità dal resto del paese e dall'Europa.

Peterborough è anche il posto ideale per trasferirsi con la famiglia: criminalità pressocché inesistente, costo della vita un terzo rispetto a Londra, prezzi di acquisto delle case tra i più bassi dell'Inghilterra e tanto tanto lavoro nell'indotto economico che vanta la presenza di colossi multinazionali come la Perkins, Caterpillar, Ikea e Amazon che hanno la distribuzione proprio qui. 2.600 i posti di lavoro vacanti che aspettano personale specializzato nei settori: nuove tecnologie, ingegneri, architetti, medici, infermieri, insegnanti. Un requisito essenziale: la conoscenza della lingua inglese.

Mappa Peterborough

Stampa



Antonella SciortinoTesto di Antonella Sciortino

#Londradaybyday