contentmap_module
5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00

La Saatchi Gallery è una Galleria di arte contemporanea di Londra, situata nel Borgo Reale di Kensington and Chelsea, a pochi passi dalla fermata della metropolitana di Sloane Square Station. Fu fondata da Charles Saatchi nel 1985 per poter esporre la sua incredibile collezione d’arte al pubblico.

Saatchi Gallery Kiev.Victor / Shutterstock.com

Nel corso degli anni ha cambiato sede tre volte: prima nell’area Nord di Londra, poi a South Bank, lungo il fiume Tamigi, mentre dal 2008 è situata a Chelsea in un edificio neoclassico di notevole bellezza, The Duke of York's Headquarters, caratterizzato da un pronao classico con timpano triangolare con una doppia fila di quattro colonne doriche e dai mattoncini marrone chiaro tipici della tarda epoca georgiana. Il palazzo fu edificato nel 1801, su progetto dell’architetto John Sanders ed è vincolato come Listed Building Grade II (edificio di grande importanza) per il suo particolare interesse storico-architettonico. L'edificio è stato ristrutturato dagli architetti Paul Davis e Allford Hall Monaghan Morris. Si compone di 15 grandi spazi espositivi equamente proporzionati, ben illuminati ed organizzati, perfettamente progettati per accogliere ampie installazioni e moderne opere d’arte.

La Saatchi Gallery nasce con l’obiettivo di esporre il lavoro di artisti contemporanei che certamente non sarebbe possibile vedere esposti in altri istituti di arte contemporanea di Londra, come la Tate Modern. Il principio guida della Galleria è quello di mostrare ciò che succede oggi nel mondo dell’arte, di far conoscere il maggior numero di artisti talentuosi ed interessanti che un domani potrebbero diventare famosi. Qui si vuole rendere l'arte più accessibile al vasto pubblico, piuttosto che limitarsi alla ricerca di prodotti artistici esclusivi o di nicchia.



Molti degli artisti che espongono nella galleria sono sconosciuti, non soltanto al pubblico generico ma anche al mercato dell’arte: esibire le proprie opere in questa galleria ha contribuito allo sviluppo delle loro carriere, dimostrandosi un valido trampolino di lancio.
Le prime mostre alla Saatchi erano incentrate su collezioni di artisti americani e minimalisti; si ci è poi mossi verso la corrente di Damien Hirst e quella dei giovani artisti Britannici. Nel 2008 un’esibizione sull’arte cinese ha dato vita all’inaugurazione della Galleria nell’attuale sede. Si sono susseguite interessanti mostre di giovani artisti provenienti da tutte le parti del mondo: Iran, Africa, Medioriente, Sud America, Europa, Russia e Australia. Nella Gallery in genere troviamo esposti sia quadri che sculture, disegni, schizzi, fotografie ed installazioni di grande effetto e forza che ben riflettono le diverse influenze culturali e creative provenienti dalle più svariate aree geografiche del mondo.

Fin dal momento della sua apertura la Gallery ha avuto una forte influenza sul mercato e sulla produzione d’arte in Gran Bretagna.
Nel 2010 si stabilì che la Saatchi Gallery fosse offerta al pubblico britannico, diventando il Museo (gratuito) dell’Arte Contemporanea di Londra.

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto
contentmap_plugin

Distanze dalla Saatchi Gallery