contentmap_module
5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00

La Courtauld Gallery è uno dei musei più interessanti e ricchi di capolavori presenti a Londra: una piccola gemma la cui unica collezione annovera alcuni tra i quadri più famosi al mondo.

Courtauld Gallery

E’ parte del Courtauld Institute of Art, universalmente considerato tra i migliori centri per lo studio della storia dell'arte nel Regno Unito e nel mondo. La collezione è ospitata nella Somerset House, tra i centri culturali più dinamici ed importanti di Londra. Attualmente nella galleria sono esposti 520 dipinti, 7000 tra disegni e schizzi, 20000 incisioni e circa 550 sculture. Di base, a parte alcune eccellenti eccezioni (come il preziosissimo portamonete iraniano in ottone con intarsi in oro ed argento, risalente all’inizio del XIV secolo) la collezione è incentrata su capolavori della tradizione europea (prettamente occidentale) che vanno dal 1300 fino al 1976.

La Courtauld Gallery nacque nel 1932 per volere del suo fondatore Samuel Courtauld (con l’aiuto di Lord Fee of Fareham e sir Robert Witt). L’originaria donazione di Courtauld, includeva dipinti principalmente Impressionisti e Post-impressionisti quali: Il bar delle Folies-Bergère di Manet e una versione della sua Colazione sull'erba, paesaggi di Claude Monet e Camille Pissarro, una scena di balletto (The Dancers on the Stage) di Edgar Degas e ben otto dipinti di Cézanne, tra cui due nature morte, i noti paesaggi ed il celebre quadro I Giocatori di Carte. Negli anni Quaranta e dopo la Seconda Guerra Mondiale si aggiunsero ulteriori donazioni e lasciti (collezione di Roger Fry e quella di Lord Lee con opere di Lucas Cranach il Vecchio e Pieter Paul Rubens).

Nel 1974 fu donato un gruppo di tredici acquerelli di William Turner mentre nel 1978 entrarono a far parte della collezione dipinti di Bruegel, Van Dyck, Tiepolo, Pissarro, Degas, Renoir (Il Palco) e Kokoschka.

Ricordando ancora i capolavori di Goya, Seurat, Van Gogh, Gaugin, Rousseau, Toulouse-Lautrec, Modigliani, Nicholson, ci si rende facilente conto della straordinaria ricchezza ed unicità di questa piccola ma preziosissima galleria d’arte unica, nel suo genere, al mondo. La collezione è certamente famosa per i capolavori indiscussi dell’Impressionismo e del Post-Impressionismo ma non bisogna dimenticare i preziosissimi Trittici medievali di Bernardo Daddi e Lorenzo Monaco, il bellissimo dittico in avorio realizzato a Parigi intorno al 1360, la superba Trinità di Botticelli, oltre ai famosi dipinti di Bruegel il Vecchio, Rubens (La Deposizione dalla Croce), Rembrandt, Parmigianino, Tiepolo, Gainsborough e Francisco de Goya.

Il Courtauld Institute dispone inoltre di una ricchissima raccolta di disegni, schizzi ed incisioni comprendente opere di Leonardo da Vinci, Michelangelo, Dürer, Bruegel, Tiepolo, Gainsborough, Delacroix ed altri.
Praticamente oltre settecento anni di storia dell’arte concentrati in un’unica straordiaria collezione nata, così come l’Institute of Art, dalla visione illuminata e dalla filantropia dei padri fondatori e dei donatori, uniti nel credere fermamente nella funzione educatrice dell’arte e nella sua fruizione ad un pubblico sempre più ampio.

Edouard Manet, Il Bar alle Folies-Bergère, esposto alla Courtauld Gallery
Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto

Credits: Staircase at the Courtauld Gallery (Photograph by Mike Peel); A Bar at the Folies-Bergère (1882) by Édouard Manet
contentmap_plugin