5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00

In Opus Anglicanum, Masterpieces of English Medieval Embroidery, la mostra in corso al Victoria&Albert Museum, sono esposti alcuni dei più rari e preziosi esempi di ricamo medievale inglese: un'opportunità unica per ammirare i rarissimi capolavori sopravvissuti, realizzati con quest'antica tecnica. Fino al 5 Febbraio 2017.

Opus Anglicanum Masterpieces of English Medieval Embroidery

Opus Anglicanum at the V&A Credit line: (c) Victoria and Albert Museum

Con la parola ricamo si indica l'attività artigianale del ricamare che consiste generalmente nel realizzare con ago e filo un disegno, una decorazione o un ornamento su un tessuto prezioso. È un'attività antichissima, ancora oggi praticata, che si sviluppa generalmente come lavoro artigianale, raro e molto costoso.



Tra il XII e il XV secolo l'Inghilterra era nota in tutta Europa per i suoi abili artigiani che eccellevano nell'arte del ricamo di stoffe preziose e filati di lusso; con tale tecnica, nota con il nome latino di 'Opus Anglicanum' che sta per 'Opera o Lavoro Inglese', si solevano descrivere lussuosi e pregiati ricami, ricchi di immagini elaborate, tessuti con fili di seta, oro e argento. Erano realizzati da talentuosi artigiani professionisti, insediatisi nella City di Londra, che lavoravano a mano le stoffe, le tele e i filati con cui confezionavano complessi e intricati ricami. Divennero presto famosi e simbolo di lusso in tutta Europa, tant'è che furono avidamente richiesti da re, regine, papi e cardinali da tutte le corti del continente. L'esposizione prende spunto dalla vasta collezione di ricami medievali  del Victoria&Albert Museum (la più grande al mondo), alcuni dei quali risalenti all'XI-XII secolo; sono presenti però anche importanti prestiti provenienti da noti musei e collezioni private di molti paesi europei.

Questa mostra rappresenta una rarissima opportunità per poter ammirare, dal vivo e nello stesso luogo, una straordinaria gamma di opere di ricamo. Alcuni dei lavori esposti non sono mai rientrati in Inghilterra dal momento in cui furono realizziati, ben oltre 6-7 secoli fa. Sono esposti oltre 100 esempi di ricami di squisita fattura: con essi si intende celebrare la raffinatezza e l'eleganza di tale arte ma anche fare nuova luce sugli strumenti, i materiali, le tecniche usate e le capacità artistiche degli artigiani che li hanno realizzati più di 5 secoli fa. I curatori hanno inoltre selezionato una serie di opere ed oggetti fortemente connessi al mondo e alle tecniche di comunicazione del tempo: dipinti su tavola, manoscritti, codici miniati, oggetti realizzati con metalli preziosi, sculture e vetrate policrome che verranno esposti accanto ai ricami per mostrare e far conoscere ai visitatori le connessioni nella produzione artistica e per esplorare ulteriormente la società e il mondo all'interno dei quali i preziosissimi lavori furono realizzati. Attraverso i reperti esposti, i curatori hanno infine tracciato e definito con precisione le diverse fasi dello sviluppo tecnico, artistico ed economico del commercio del ricamo in Inghilterra nel periodo medievale.

Tra le opere esposte citiamo certamente la più antica, un portasigillo da borsa, risalente al 1100-1140, realizzato per contenere il sigillo di uno dei documenti di fondazione dell'abbazia di Westminster. Di particolare bellezza è la Clare Chasuble, commissionata da Margaret de Clare, membro di una delle famiglie più potenti d'Inghilterra nel XIII-XIV secolo. The Tree of Jesse Cope (1295–1315), tra i pezzi più preziosi della collezione del V&A, raffigurante l'Albero di Jesse (la rappresentazione di un albero di vite che scaturisce dal corpo di Jesse, e ripara i profeti e gli antenati di Cristo) è esposto accanto ad un complesso e prezioso manto ricamato, decorato con figure di santi e angeli, proveniente dalle collezioni dei Musei Vaticani di Roma. Tra le opere realizzate in Inghilterra nel medioevo, ricordiamo lo spettacolare Toledo Cope, un mantello cerimoniale da viaggio proveniente dalla cattedrale Primada de Santa Maria di Toledo in Spagna e che torna in UK per la prima volta dal XIV secolo. Il pezzo è riccamente ricamato sullo sfondo con motivi antropomorfi, foglie, maschere ed uccelli: al centro è rappresentata la Vergine Maria circondata da santi e beati. Ricordiamo inoltre il Daroca Cope, in prestito dal Museo Archeologico Nazionale di Madrid, che ritrae scene della creazione del mondo e la caduta di Adamo ed Eva: si tratta dell'unico pezzo sopravvissuto in cui sono rappresentate scene tratte dall'Antico Testamento, la cui iconografia è stata raramente rappresentata nel ricamo medievale inglese.

Mostra ricami Londra

Opus Anglicanum at the V&A Credit line: (c) Victoria and Albert Museum

Opus Anglicanum
Masterpieces of English Medieval Embroidery

Fino al 5 febbraio 2017

Aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.30
(Venerdì fino alle 21.30)

Ingresso £12

Victoria&Albert Museum

Gallery 38a, Cromwell Road, London SW7 2RL

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto