5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00

Insight Astronomy Photographer of the Year 2016: in mostra le spettacolari foto dell'annuale concorso dedicato allo Spazio. Al Royal Observatory di Greenwich fino al 25 giugno.

Insight Astronomy Photographer of the year 2016

Dani Caxete/Astronomy Photographer of the Year 2016

La mostra si svolge nel magnifico contesto del Royal Observatory di Greenwich, dove si ammirano le incredibili e uniche immagini sul firmamento, le stelle, i pianeti, il sole e le costellazioni che affollano i nostri cieli. Si tratta della più grande ed importante competizione mondiale nel suo genere che ogni anno ci mostra le più belle e spettacolari vedute del cosmo girate e scattate dai più noti e talentuosi astrofotografi in tutto il mondo. Il concorso è organizzato dal Royal Observatory Greenwich in collaborazione con Insight Investment e BBC Sky at Night Magazine.



Gli scatti vincitori, selezionati da una giuria internazionale di esperti tra 4500 scatti da 80 Paesi, sono scelti in base alla composizione artistica, all'innovazione tecnica e all'interpretazione realistica e scientifica del cosmo e dei pianeti. Come ogni anno fotografi di tutto il mondo, professionisti e non, partecipano a questo esclusivo evento inviando foto spettacolari della Terra e dello Spazio.

Alcune delle immagini finaliste esposte

Il fotografo americano Brad Goldpaint ha immortalato lo sciame meteorico delle Perseidi nel cielo mattutino di agosto nei pressi del monte Shasta in California

Brad Goldpaint/Astronomy Photographer of the Year 2016

Brad Goldpaint/Astronomy Photographer of the Year 2016

L'ungherese Ivan Eder mostra la straordiaria bellezza della Lagoon Nebula, nota anche come M8, una nebulosa diffusa, visibile nella costellazione del Sagittario, scoperta nel 1747 da Le Gentil, distante circa 5000 anni luce dal nostro pianeta.

Ivan Eder/Astronomy Photographer of the Year 2016

Ivan Eder/Astronomy Photographer of the Year 2016

L'inglese Giles Rocholl presenta alcune incredibili immagini (scattate il 14 Febbraio 2016) dell'Aurora Boreale nei pressi della Laguna di Jokulsarlon in Islanda.

Giles Rocholl/Astronomy Photographer of the Year 2016

Giles Rocholl/Astronomy Photographer of the Year 2016

Gabriel Octavian Corban ha realizzato alcuni scatti del sole e dei filamenti gassosi che talvolta sono visibili sul disco solare e che possono raggiungere lunghezze notevoli, pari a 150 volte il diametro della Terra.

Gabriel  Octavian Corban/Astronomy Photographer of the Year 2016

Gabriel Octavian Corban/Astronomy Photographer of the Year 2016

Il fotografo tedesco Nicholas Roemmelt ha presentato l'incredibile immagine della Via Lattea con Mercurio, Venere, Marte Saturno e Giove allineati che creano una sorta di arco monumentale sopra la Cima della Pella, nel mezzo delle Dolomiti, in Italia.

Nicholas Roemmelt/Astronomy Photographer of the Year 2016

Nicholas Roemmelt/Astronomy Photographer of the Year 2016

E ancora è possibile ammirare Aurore Boreali fotografate il primo giorno dell'anno in Nuova Zelanda, la coloratissima cometa Lovejoy, e stelle appena nate a circa 5.000 anni luce di distanza dalla Terra.

Le immagini esposte sono suddivise in nove differenti categorie e si riferiscono sia a galassie lontanissime che alla più nota e familiare Via Lattea: illusioni ottiche, nubi d'argento, aurore in bianco e nero, inedite prospettive lunari. Tra le categorie in corsa ricordiamo: le Aurore, le Galassie, la Luna, il Sole, i Pianeti, le Comete e gli Asteroidi, le Stelle e le Nebulose, i Panorami stellari, le gente e lo spazio; sono previsti inoltre alcuni premi speciali e una competizione per giovani.

La giuria ha decretato un vincitore per ciascuna categoria (20 premi in totale), due vincitori di premi speciali ed un premio speciale finale (dato all'unanimità); il primo premio quest'anno è andato al fotografo cinese Yu Jun con uno scatto che cattura la progressione dell'eclissi totale di Sole del 9 marzo 2016 vista da Luwuk, Indonesia; è possibile notare la superficie accidentata del disco lunare che lascia intravedere qualche raggio di Sole sotto forma di 'perle' di luce. Il rosa nella foto indica la presenza di una protuberanza nella corona solare.

Una mostra avvincente ed interessante non solo per gli appassionati e gli esperti di astrofotografia ma per tutti gli amanti del cosmo, dei pianeti e dei bellissimi cieli notturni stellati.

Insight Astronomy Photographer of the year 2016

Fino al 25 giugno 2017

Aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00

Ingresso gratuito (incluso nel biglietto per l'Observatory o il Planetarium)

Royal Observatory, Planetarium & Astronomy Centre

Park Row, Greenwich, London SE10 9NF

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto