5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00

Una rara opportunità di vedere nel Regno Unito più di 100 straordinari dipinti di uno dei più innovativi talenti dell'arte del XX secolo: Georgia O'Keeffe. E' la prima mostra ospitata presso la Tate Modern dopo gli imponenti lavori di ampliamento appena conclusi. In corso fino al 30 Ottobre 2016.

La mostra su Georgia O'Keeffe a Londra

Black Mesa Landscape, New Mexico / Out Back of Marie's II, 1930 - Gift of The Burnett Foundation © Georgia O'Keeffe Museum

Georgia O'Keeffe (1887-1986) è stata un'importante pittrice statunitense; la sua attività artistica oscilla tra il Precisionismo, l'Astrattismo e il Modernismo americano. Le sue prime creazioni (una serie di illustrazioni a carboncino e acquerelli) sono caratterizzate da un astrattismo lirico creato da armoniose linee, figure e colori. Successivamente abbandonò la tecnica dell'acquerello per realizzare pitture a olio di grande formato con forme naturali e architettoniche in primo piano ispirate agli edifici di New York. A partire dal 1929 passò diversi mesi dell'anno nel Nuovo Messico, dipingendo alcune delle sue creazioni più famose in cui sintetizza l'astrazione con la rappresentazione di grandi fiori, teschi e paesaggi tipici della zona, per lo più colline desertiche disseminate di rocce, conchiglie e scheletri animali. I contorni sono increspati e frammentati, con sottili transizioni tonali di colori che variano fino a trasformare il soggetto in potenti immagini astratte, talvolta trasfigurate in senso erotico.



Questa mostra riunisce per la prima volta in UK alcuni dei suoi lavori più importanti: un'occasione unica per ammirare più di 100 opere (nessuna delle quali esposta in collezioni pubbliche britanniche) che raramente hanno lasciato l'America dopo la morte dell'artista (1986). Tra queste citiamo ovviamente 'Jimson Weed Painting'/White Flower n.1' (1932) che nel 2014 è diventato il dipinto più costoso, realizzato da un'artista femminile, venduto all'asta, essendo stato acquistato per 44,4 milioni di dollari.

Sin dal suo esordio nel campo artistico, avvenuto a New York esattamente un secolo fa, nel 1916, Georgia O'Keeffe fu immediatamente riconosciuta come uno degli artisti più innovativi e moderni del tempo e tuttora è considerata un'icona e uno dei pionieri dell'arte del XX secolo. Molti critici hanno voluto vedere nei suoi quadri la volontà di sfidare lo strapotere del 'maschio conservatore' nel mondo artistico del tempo e di affermare il valore e il talento delle donne: il fine stesso di questa retrospettiva nasce dalla consapevolezza che ancora oggi il contributo artistico delle donne corre il rischio di essere oscurato dal potere degli uomini.

Alcuni dei suoi noti studi di fiori, sono stati letti sin dagli anni Venti del XX secolo in chiave erotica e considerati rappresentazioni di genitali femminili; interpretazioni riprese a gran voce dai movimenti femminisiti degli anni Settanta e in parte ancora diffuse ai nostri giorni. La curatrice,Tanya Barson, attraverso la mostra, vuole sfatare questa ormai datata lettura dell'opera della O'Keeffe, concentrando l'attenzione sul suo talento e sulle importanti innovazioni da lei apportate nel mondo artistico del XX secolo.

Nella mostra sono esposte anche diverse fotografie, ritratti e nudi, che il marito della O'Keeffe ha scattato nel corso della loro complessa storia matrimoniale.

Georgia O'Keeffe

Fino al 30 ottobre 2016

Aperta dalla Domenica al Giovedì dalle 10.00 alle 18.00
Venerdì e Sabato dalle 10.00 alle 22.00

Biglietto adulti £ 19.00 (£17.20 senza donazione)

TATE MODERN

The Eyal Ofer Galleries, Level 3

Bankside, London SE1 9TG

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto