5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00

Un'occasione unica per conoscere segreti e immagini assolutamente inediti della City e dai palazzi del potere in cui ha sede la Bank of England. Fino al 31 Dicembre 2016 al Museo della Bank of England a Londra

La mostra in corso alla Bank of England

© Capturing the City: Photography at the Bank of England

La Bank of England (la Banca centrale britannica) sorse nel 1694 come società per azioni tra i sottoscrittori di un prestito allo Stato cui il Parlamento concesse il diritto d'esercitare affari di banca ed emettere biglietti di taglio unico. La banca si trasferì in Threadneedle Street nella City nel 1734 e lentamente acquisì i terreni circostanti, sui quali fu costruito l'edificio in stile neoclassico che attualmente la ospita.

Visto dall'esterno il palazzo può apparire come una struttura formale e rigida; gli elementi architettonici e le tipologie classiche (recuperate dalla cultura greca e romana) come i capitelli corinzi, le colonne binate, il pesante bugnato e il grande timpano della facciata rendono l'edificio freddo e austero che lascia ben poco spazio alla libertà formale o alla funzionalità delle parti. Una volta varcata la soglia di ingresso su Threadneedle Street però, ci si trova immersi in un mondo del tutto inaspettato, pieno di vita, di storia e di movimento in cui vengono svolte moltissime occupazioni, un alveare di attività senza sosta che ben descrivono l'importanza dell'istituzione che vi è ospitata. L'atmosfera che si respira nelle ampie sale della struttura è quella di una vibrante storia sociale, i cui valori sono intrinsecamente legati con quelli che la banca ancora detiene dopo oltre quattro secoli di storia. Gli stessi ambienti architettonici, così austeri e sfarzosi, fanno parte della complessa storia dell'istituzione e ben ne rappresentano il dinamismo ed il potere.



L'Archivio Fotografico del Museo della Bank of England in collaborazione con la Royal Photographic Society, ha finalmente aperto le porte della preziosa collezione storico-artistica delle fotografie della Banca, organizzando questa incredibile mostra che fornisce un'affascinante affresco della centenaria istituzione, dei suoi edifici e del personale che vi lavora, dall'epoca vittoriana fino ai nostri giorni. Il fine dell'esibizione è quello di esaminare e far conoscere il passato della Banca e di esplorare la lunga storia di un istituzione che ha finito per dominare il mondo per molti secoli.

La mostra costituisce un'occasione unica per accedere a immagini della Banca in genere non accessibili al pubblico e per visitare opere d'arte e manufatti di solito non esposte. Il percorso espositivo si apre con alcune stampe su carta in bianco e nero della City e del palazzo della Bank of England nel 1840 e si conclude con le immagini contemporanee dell'edificio, del suo attuale governatore Mark Carney (insediatosi nel 2013), del personale di servizio, degli impegati e dei funzionari che ogni giorno lavorano e si muovono attraverso i lunghi corridoi e le ampie sale del palazzo.

Molto interessanti sono le fotografie che risalgono al periodo della Seconda Guerra Mondiale che ritraggono il personale della banca che lavorava indossando le maschere a gas o che mostrano le celebrazioni per la vittoria della guerra viste dal tetto della banca. Tra le immagini e i documenti esposti troviamo anche alcune bellissime fotografie dell'originario edificio della Banca, disegnato e progettato dal noto architetto inglese Sir John Soane che lo difinì come ‘l'orgoglio e il vanto della mia vita', prima che esso fosse abbattuto a favore dell'edificio più grande e confortevole di Sir Herbert Baker, che ancora oggi ospita la banca in Threadneedle Street.

Capturing the City:
Photography at the Bank of England

Fino al 31 Dicembre 2016

Ingresso gratuito

Aperto dal Lunedì al Venerdì dalle 10.00 alle 17.00
(chiuso nel weekend)

Bank of England Museum

Bartholomew Lane, Threadneedle St
London EC2R 8AH, Regno Unito

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto