5 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 5.00

Alla Dulwich Picture Gallery la prima grande retrospettiva nel Regno Unito interamente dedicata al pittore e disegnatore olandese Adriaen van de Velde, tra i migliori paesaggisti del Secolo d'Oro olandese. Fino al 15 Gennaio 2017.

Mostra Adriaen van de Velde LondraDutch Master of Landscape" />

The Beach at Scheveningen, Adriaen van de Velde

Nel corso del XVII secolo nella maggior parte delle ricche città mercantili d'Olanda, la potente società protestante non accettò mai lo stile Barocco, considerato troppo vicino alla corruzione e alla dissolutezza della Chiesa cattolica romana. Pertanto gli artisti olandesi, sobri e misurati, non potendo rappresentare alcun soggetto religioso nelle proprie opere, si specializzarono in differenti generi di pittura, divenendo incredibilmente abili ed esperti nella raffigurazione di immagini e scene tratte dalla vita quotidiana, popolate da gente comune atta a svolgere le più semplici e usuali mansioni. Oltre che nella Pittura di Genere e nella ritrattistica gli Olandesi raggiunsero risultati elevatissimi nella Pittura di Paesaggio, specialmente nelle vedute marine e nelle scene campestri.



Adriaen van de Velde (1636-1672), figlio e allievo del famoso pittore di marine Willem van de Velde il Vecchio, è stato un grande paesaggista; dipinse composizioni semplici ed equilibrate, con grande cura del dettaglio, che risentono di paesaggi tipici della tradizione italiana. I suoi studi sugli animali, di solito disegnati con inchiostro o gesso rosso, sono considerati tra i migliori esempi del genere.

Definito spesso 'un Olandese all'Italiana', Van de Velde rappresenta nel campo artistico un vero e proprio punto di incontro e comunicazione tra culture di paesi diversi, tra il Nord Europa e l'area mediterranea, fondendo nei suoi quadri i paesaggi agricoli olandesi con scene mitologiche e arcadiche tipiche della tradizione italiana.

I quadri di Adriaen van de Velde sono delicati, accuratamente composti, e dimostrano la maestria nel rappresentare sia gli effetti di luce nella rappresentazione del paesaggio che la figura umana. Pur morendo a soli 35 anni, Van de Velde ha prodotto un gran numero di capolavori che gli valsero una discreta fama dopo la morte.

La mostra alla Dulwich Picture Gallery, realizzata in collaborazione con il Rijksmuseum di Amsterdam, presenta sessanta opere (37 disegni e 23 quadri) tra dipinti, studi preliminari e disegni preparatori realizzati dall'artista con il gesso rosso o con la penna ad inchiostro. Queste opere provengono dalle più note collezioni pubbliche e private europee, come il Rijksmuseum (rappresentato da cinque dipinti e dieci disegni), il Louvre, la Gemäldegalerie Alte Meister di Kassel, il Museo Thyssen Bornemisza di Madrid e il British Museum.

Tra i quadri esposti, si segnalano in particolare 'The Beach at Scheveningen', un lavoro che van de Velde dipinse quando aveva solo ventun anni, in prestito dalla Gemäldegalerie Alte Meister di Kassel, e un raro e prezioso pannello di legno del 1660 (prestito del Louvre) che rappresenta una scena sulla spiaggia, genere in cui si nota la grande abilità dell'artista nel dipingere nuvole e onde e nell'esprimere l'atmosfera del mare con mezzi mirabilmente semplici e modesti.

I curatori con questa mostra hanno cercato di fornire aspetti inusuali ed originali, pubblici e privati della vita di van de Velde, ripercorrendone per intero la carriera e la produzione; il risultato è un inedito e inusuale sguardo alla vita del pittore sul posto di lavoro che evidenzia l'estrema precisione ed il talento nella realizzazione dei suoi dipinti in ogni fase, dal concepimento fino al completamento.

Adriaen van de Velde:
Dutch Master of Landscape

Fino al 15 gennaio 2017

Aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00 (Domenica dall 11.00 fino alle 17.00)

Biglietto adulti £ 12.50

Dulwich Picture Gallery

Gallery Road, Southwark, London SE21 7AD

Vincenzo Sebastiano
Questo articolo è stato scritto per Qui londra da:
Vincenzo Sebastiano
Giornalista, storico dell'arte, architetto