1 1 1 1 1 1 1 1 1 1

Turismo LondraSono state appena divulgate da London & Partners, l'ente promozionale ufficiale della capitale inglese, le statistiche ufficiali del turismo a Londra nel 2012, uno degli anni più stimolanti della storia della città. Le cifre positive dell'International Passengers Survey (IPS) rivelano un aumento sia del numero di visitatori sia della loro spesa nel corso del 2012.

Il numero di visitatori è salito anno dopo anno a 15,46 milioni di persone, con un solido incremento dell'1,1%, rispetto al 2011. L'aumento di circa 150.000 turisti in più nei dodici mesi equivale a due volte lo stadio di Wembley al completo.

L'incremento dell'1,1% viene visto come eccezionalmente positivo alla luce dell'attuale recessione economica in molti mercati europei (due terzi dei turisti che visitano Londra provengono dall'Europa). Il tanto temuto effetto esodo, che molte altre città olimpiche hanno vissuto negli anni dei Giochi Olimpici, sembra essersi mitigato.

Il 2012 ha visto anche salire la spesa turistica a Londra a £10,08 miliardi, con un aumento del 7,0%. Questo incremento così solido della presenza turistica nel 2012, che ha generato entrate pari a quasi due terzi di un miliardo di sterline, si può collegare al terzo trimestre, molto forte, che comprende il popolare periodo estivo, ma anche i Giochi Olimpici e Paraolimpici. Le cifre indicano che i turisti internazionali hanno apprezzato pienamente lo spettacolo e l'atmosfera delle Olimpiadi.

Il sindaco di Londra, Boris Johnson, ha dichiarato: “Il 2012 è stato un anno sorprendente, perché ha offerto una serie di opportunità ideali per mostrare al mondo il motivo per cui Londra è la migliore città della terra. Un'edizione dei Giochi Olimpici e Paraolimpici fra le più riuscite a memoria d'uomo, preceduta dalle fantastiche celebrazioni del Diamond Jubilee della Regina, ci hanno fornito la base ideale per risplendere davanti a un pubblico di miliardi di persone. E' chiaro che l'attrattiva di Londra come meta turistica globale è rimasta fortissima nel corso del 2012 e, nonostante le previsioni dei pessimisti “olimpico-scettici”, Londra non si è dimostrata “una città fantasma” nei mesi estivi. Ora dobbiamo guardare avanti e fare tutto il possibile per sviluppare quello che abbiamo ottenuto l'estate scorsa e mettere a disposizione quell'eredità duratura generata dagli eventi olimpici”.

Un altro fatto saliente che si evince dalle cifre rivela anche che il periodo post-olimpico del quarto trimestre (settembre-dicembre) ha riportato una forte crescita delle visite, con un aumento di oltre l'8%. Questo indica che non c'è prova di quel malessere post-olimpico che altre città hanno sperimentato in passato. Risultati particolarmente positivi sembrano provenire dalle economie emergenti e in via di sviluppo, fra cui i paesi come: Brasile, Russia, India e Cina, che hanno riportato un notevole rafforzamento post-olimpico nel quarto trimestre, con un incremento del turismo pari al 18%.

Nonostante le difficili condizioni economiche nell'Eurozona, i mercati chiave europei hanno riportato una buona resa, con un notevole miglioramento, a riprova che Londra è ancora una meta importante per il turismo europeo. Tuttavia, nel 2012 si è generata una forte crescita anche all'esterno dell'Eurozona, specialmente da parte dei paesi nordici come Danimarca, Islanda, Norvegia e Svezia.

Come sfondo alle Olimpiadi e alle celebrazioni del Diamond Jubilee, seguite da miliardi di persone in tutto il mondo, il 2012 ha rappresentato per Londra un'opportunità per dimostrare la sua attrattiva come città da visitare e in cui studiare e lavorare.

Gordon Innes, CEO di London & Partners ha aggiunto: “London & Partners ha collaborato strettamente con il settore turistico, prima, durante e dopo i Giochi Olimpici, per far fronte attivamente ai rischi di esodo turistico e per trarre il massimo vantaggio da un pubblico globale. Insieme, abbiamo sviluppato occasioni di forte richiamo per la città e, dopo le Olimpiadi, siamo tornati immediatamente sul mercato, raggiungendo 120 milioni di spettatori che hanno seguito i giochi olimpici alla TV e invitandoli a prenotare un viaggio a Londra. Siamo quindi molto soddisfatti di vedere i risultati positivi e, soprattutto, che Londra sta invertendo la tendenza delle precedenti città che hanno ospitato le Olimpiadi”.

La magia a Londra continua anche nel 2013, con visitatori richiamati nella capitale da una serie di nuovi hotel, mostre accattivanti, attrazioni etc. Eventi importanti, come la riapertura dell'Olympic Park, l'anniversario dell'incoronazione della Regina, la nascita del Royal Baby faranno di Londra la protagonista anche quest'estate con una serie di concerti ed eventi atletici per regalare ai turisti una ragione in più per tornare nella capitale inglese.

www.londonandpartners.com